30/04/16

La Formazione di un Sink-Hole




Una Poltrona per Tre



Ricordate il film ‘Una Poltrona per Due’? In quella esilarante pellicola si narravano le vicende di due anziani esponenti dell’alta finanza statunitense che, per una banale scommessa da un solo dollaro, verificavano la possibilità di sostituire un brillante e giovane WASP (Dan Aykroyd) con un avanzo di galera (Eddie Murphy) per giunta nero.
Come spesso accade, la sceneggiatura si è trasformata in realtà: qualcuno ha dimostrato come negli USA sia possibile far eleggere alla Presidenza della Repubblica un afroamericano keniota, mussulmano, omosessuale e comunista!


Dopo esserci riusciti, ingannando ed illudendo milioni di persone nel pianeta, i burattinai stanno pensando di prolungare l’infausta permanenza pubblica del soggetto per un altro mandato. Possibile? Lo segnalano PianetaX ed altri accorti commentatori.


Inutile indicare come sarebbe un disastro di proporzioni enormi, un’ennesima vittoria delle forze del male, il completamento del pernicioso piano di assoggettamento dell’umanità. Non che un altro candidato farebbe diversamente, è ovvio, eppure aprirebbe una esigua speranza data soprattutto dalla novità del mandato. L’articolo di PianetaX:


PianetaX - Circola sempre più insistentemente in America la voce secondo cui i poteri occulti starebbero organizzando “qualcosa” per sospendere/rinviare le elezioni presidenziali previste per il prossimo novembre al fine di mantenere in carica Barack Obama (Barry Soetoro-ndr). Infatti, essendo già stato rieletto, non può candidarsi per un terzo mandato. Si presume per il timore che Donald Trump possa battere la Clinton che da tempo è stata designata per essere la prima donna presidente, dopo il primo nero.
In verità, le elezioni americane sono state concepite con un meccanismo elettorale talmente farraginoso e complesso da rendere improbabile l’elezione di una persona sgradita alle élite dominanti.
Peraltro, che Obama fosse il Terzo Anticristo (nella profezia di Nostradamus) lo avevo scritto prima che venisse eletto la prima volta nel 2008. Già allora spiegai che il vero potere aveva astutamente organizzato a puntino l’Obamamania onde fare accettare un presidente non bianco nel paese più razzista dell’universo. Gli ingenti fondi neri, necessari per finanziare l’operazione, furono allocati nella banca Lehman Brothers. Per nascondere tale comportamento altamente illegale in USA, l’istituto di credito fu lasciato deliberatamente collassare un mese prima delle elezioni quando Obama era ormai abbondantemente avanti nei sondaggi. Riguardo al futuro, ciò che è certo è che il presidente nero è stato insediato per fare del male e quindi non ci resta che attendere, augurandoci che le vittime non saremo noi.  (link1 - link2)

28/04/16

La Farsa alla Sandy Hook: il Documentario



Un eccellente documentario su quella incredibile ed ignobile farsa tragicomica che è stata la cosiddetta strage alla Scuola 'Sandy Hook' di Newtown. Questa cittadina statunitense, prima nota solo per essere stata sede di un famigerato ospedale psichiatrico sperimentale, è balzata alle cronache del mondo a seguito del presunto evento drammatico avvenuto alla sua scuola elementare il 14/12/2012.

Da subito sono cominciate le analisi critiche dei ricercatori indipendenti che hanno rilevato e segnalato centinaia di incongruenze, falsità, errori, imprecisioni. I media di regime hanno tentato in tutti i modi di fornire una versione credibile dei fatti ma il pasticcio ormai era fatto: la strage era programmata per il giorno 12/12/2012 e questo slittamento temporale di 2 giorni ha innescato a catena il collasso della sceneggiatura della più ignobile delle montature mediatiche dell’ultimo decennio.

A Newtown sono intervenuti governatori, Barry Soetoro (alias: Baracca Obama), politici e sedicenti sceriffi, tutti a partecipare a questa ignobile sceneggiata di serie ‘C’. Le inesistenti lacrime dei presunti genitori delle inesistenti vittime (tutti noti crisis actors oppure agenti sotto copertura) hanno definito questo miserevole inganno in cui però in pochi sono caduti. Da un sondaggio indipendente infatti il 56% degli intervistati si è mostrato perplesso della versione ufficiale dei fatti, subodorando l’inganno, segno che la verità prima o poi emerge perché è dotata di una sua forza propria inestinguibile.


A memento, dobbiamo onorare il lavoro delle centinaia di ricercatori indipendenti che si sono prodigati per gridare ai propri simili la verità. La loro dedizione al vero è encomiabile e di vitale importanza per tutti, questo è il motivo per il quale sono spesso oggetto di derisione e disturbo organizzato dal regime. Dobbiamo infine ricordare come questa finzione non sia un caso isolato ma la prassi nella cronaca nera, almeno degli ultimi venti anni e, ovviamente, non solo negli Usa.  Buona visione.

24/04/16

Coincidenze e False Dicotomie



COINCIDENZE - A pochi giorni dal referendum di consultazione popolare sulle trivellazioni di greggio vicine alle coste, ecco una fuoriuscita di petrolio che minaccia proprio le coste, in quel di Genova. Considerando anche le recentissime ed iperboliche intercettazioni che hanno coinvolto e costretto alle dimissioni l’ex Ministro Guidi, sempre in ambito petrolifero, possiamo ipotizzare l’esistenza di una regia dietro questi fatti? Un messaggio al Governo?


FALSE DICOTOMIE - Il nuovo presidente dell’ANM (Associazione Nazionale Magistrati) si scaglia contro la politica corrotta. Questa contrapposizione mediatica tra magistratura e politica è inconsistente e fuorviante. Se la magistratura fosse quell’esempio specchiato di intransigenza e moralità, come viene dipinta dai media di regime in eterna lotta contro il potere politico, allora non si spiegherebbe il proliferare in ottima salute sul suolo italico di mafie, massonerie e malaffare vario. Non si spiegherebbe perché il nostro sfortunato paese sia un crocevia di tratte di esseri umani, materiali nocivi illeciti, armi e droghe. La verità è che i poteri forti, soprattutto quelli occulti, sono intercaste, viaggiano obliqui tra le corporazioni, veleggiano al di sopra di tutto e tutti imponendo i loro voleri in tutti gli ambiti, magistratura ben compresa.

22/04/16

Come creare un Attore Virtuale



Adam Lanza, il presunto killer solitario psicopatico della presunta strage alla scuola Sandy Hook, non è probabilmente mai esistito. La sua foto data in pasto ai media consenzienti è frutto di palesi manipolazioni digitali. La sua storia personale è ridicola e poco credibile, mentre le sue relazioni familiari sono sfilacciate ed inconsistenti, così come i suoi dati assistenziali e anagrafici. Si tratta probabilmente di una personalità inventata, creata ad hoc per incarnare il ruolo del possibile autore di una strage (mai avvenuta) sulla quale hanno speso lacrime di silicone Barry Soetoro & family (Baracca Obama) ed i vari ‘giornalisti’ dei media di regime statunitensi.



Una strage inventata, un killer inventato, attori nei panni dei poliziotti e dei genitori delle inesistenti vittime. Tutto spettacolo, puro spettacolo macabro, indecente, vigliacco. La sostituzione dei moti reali con quelli artificiali (climatici compresi) è quasi totale. La trasformazione del pianeta in un gigantesco meccanismo iperrealista è giunta quasi al termine. Condurre un'esistenza dentro un videogioco è deprimente ma soprattutto inutile.

Il Giochetto Sporco dei Sondaggi Immaginari


Renzi trivellato dal referendum. Nell’ultima settimana il PD passa dal 33,1% al 31,8% (-1,3%). E il 47% degli intervistati ritiene il premier più debole. Nonostante Renzi esulti, la realtà è che il referendum sulle trivelle non gli ha portato consensi elettorali. Anzi. Secondo le intenzioni di voto dell’Istituto Ixè, in esclusiva per Agorà (Rai3), nell’ultima settimana il Pd passa dal 33,1% al 31,8% (-1,3%) mentre il Movimento 5 Stelle sale dal 25,4% al 26,3%, guadagnando lo 0,9%. Crescono anche la Lega Nord al 14,4% (+0,6%) e Forza Italia al 10,4% (+0,5%). Se si votasse oggi, l’affluenza sarebbe al 60%. (fonte: Il Giornale)

PianetaX: La sarabanda dei sondaggi completamente inventati si mostra sempre più chiara. Quattro anni fa scrissi che i media italiani avevano ricevuto l’ordine dal Dipartimento di Stato  di creare la falsa dicotomia Renzi-Grillo. Se notate, quando sale uno, scende l’altro e viceversa. Il Giornale (di Berlusconi che mantiene Alfano e Verdini nel governo a tutela dei propri interessi) appoggia il presidente del consiglio fuorviando i suoi lettori: fa credere che solo il 47% degli italiani sia insoddisfatto di Renzi. La percentuale effettiva, a naso, direi che è dal 65 al 75 per cento. Considerato che il pentolaio fiorentino ormai è inviso anche a molta sinistra (almeno quella degna di questo nome). Il quotidiano di Forza Italia puntella l’esecutivo. Vedete che è tutto fasullo, allo scopo di salvare l’euro e il progetto criminale di super-stato continentale. Sì, perché con l’appoggio del M5S in Italia, gli angloamericani si apprestano a fare uscire “democraticamente” la Gran Bretagna dalla UE. 


Lo scrissi a poche ore dall’annuncio della bizzarra alleanza UKIP-M5S. Ma in Italia, il terzetto Renzi-Grillo-Berlusconi ha un cruccio grande. Approvare il referendum costituzionale che, come si sa, non ha quorum. Nella recentissima consultazione sulle “trivelle”, Berlusconi e Grillo hanno finto di essere contro Renzi perché, piazzato da solo con enorme dispendio di denari, loro sapevano benissimo che il quorum non sarebbe stato raggiunto. Se nel referendum costituzionale, credo fissato a ottobre, Forza Italia, M5S e Lega si schierassero contro le “riforme” renziane non passerebbero.
Secondo me, ve l’ho già scritto pure, a Washington stanno cercando un escamotage, ravanando nella nostra costituzione, per fare approvare le modifiche costituzionali senza la consultazione popolare. Magari invocando che “nei sondaggi” per la maggioranza degli italiani il “sì” vincerebbe. Lo avevo detto nel 2010 quando il duo comico Grillo-Casaleggio aveva lanciato l’idea dei sondaggi online “per risparmiare”. Vogliono abrogare completamente la democrazia diretta rimpiazzandola coi sondaggi d’opinione manipolabili a piacimento. In fondo fanno bene, il volgo, istupidito dalla TV, è disposto a credere ai sondaggi.  - link -

Digitalizzazione della Personalità



La StampaA Stoccolma si può pagare un venditore ambulante con una carta di credito. A Copenaghen è possibile acquistare un espresso con lo smartphone. Se la Scandinavia è stata a lungo il luogo più privo di contanti del pianeta, ora la Danimarca sta valutando se andare un passo oltre consentendo ai rivenditori di vietare del tutto le banconote.



In Olanda è difficile farsi accettare banconote oltre le venti euro per gli acquisti e tutti i paesi europei stanno pian piano andando in questa direzione. L’abolizione del contante avverrà in tutta Europa nel giro di pochi anni. Le scuse per imporre tale nefasta direttiva dei poteri occulti sono sempre le solite: sicurezza e comodità.
Sono le stesse motivazioni per le quali ci siamo incredibilmente auto-dotati di apparati ricetrasmittenti con localizzatori satellitari (gli smartphone) e carte di credito wireless. Sono le stesse motivazioni utilizzate per la propaganda per l’installazione del microchip sottocutaneo che, per come stanno ormai le cose, possiamo tranquillamente considerare inutile. Siamo già tutti cablati e monitorati, accompagnati 24 ore al giorno dal grande fratello elettronico che spia e cataloga i nostri dati, le nostre abitudini, le piccole manie, le nostre metodologie relazionali, i nostri desideri e le velleità.


Conosce le nostre abitazioni, l’ammontare ed il movimento dei nostri beni materiali ma, soprattutto, da questa mole di dati personali può estrarre un profilo completo di ogni personalità, di verificare se si è incarnati o meno con l’anima e garantire forme di controllo e manipolazione personalizzate e quindi efficaci, quasi infallibili direi.



L’unica via d’uscita da questa trappola digitale è la creatività, la facoltà umana più elevata, misteriosa, imponderabile. Proprio quella facoltà inficiata e mal vista dalle scuole, dalle accademie, dai kapò del lavoro dipendente. Il creativo dà fastidio, turba l’ordine istituito, nuoce alla serenità del lavoro seriale. E’ poco controllabile, sfugge alle definizioni, in una sola parola è umano, troppo umano.

Prince parla di Scie Chimiche



LINK 


20/04/16

Cronache dalle Deportazioni



Il tema dell’immigrazione è un tema controverso anche a livello personale. Da un lato prevarrebbe la volontà di dare una mano a chi fugge, di accoglierlo ed aiutarlo, dall’altro l’istinto di proteggere la propria comunità, di impedire stravolgimenti sociali, di occuparsi solo dei propri problemi. In questa impasse, voluta, l’impronta manipolatrice gongola.
Sappiamo bene come quello di permettere l’ingresso in Europa di milioni di extraeuropei sia un progetto di ingegneria sociale ideato decenni or sono; è errato infatti parlare di migrazioni, sarebbe corretto invece definirle deportazioni
Chi lo ha ideato era anche sicuro che le autorità lo avrebbero permesso. Basterebbe infatti applicare alcune leggi per rimandare subito indietro chi non si fa identificare per esempio (la quasi totalità dei migranti) oppure ridurre al minimo i tempi per il riconoscimento dello status di rifugiato, oppure impedire del tutto la clandestinità, imponendo l’accordo preventivo obbligatorio tra il desideroso di asilo e le ambasciate italiane all’estero.


L’ondata migratoria quindi è un serio problema per tutti. Siamo oggetto di una pesantissima manipolazione multilivello dalla quale nessuno è escluso e che la convivenza forzata tra gruppi eterogenei (che non desiderano inserirsi, giustamente) facilita ed alimenta. Oggi però è possibile riconoscere facilmente chi si opera per la dissoluzione e chi tenta invece maldestramente di arginarla, alimentando quella sensazione dissonante a cui accennavo sopra.


Un parte di un articolo dell’ADNKronos:

"Il Papa dice ai migranti: 'perdonateci, non siete un peso ma siete un dono'. Un dono ... sì, alle cooperative che lucrano!". Così il segretario della Lega Nord Matteo Salvini commenta le parole di Papa Francesco ai microfoni de 'La Zanzara'. Salvini rincara: "Il Papa? Con questi gesti incentiva l’immigrazione clandestina. Su questo non c'è dubbio". 


"Dopo gesti come questo - dice Salvini - possono seguire altre centinaia di migliaia di arrivi. Se si porta a casa 12 immigrati, sicuramente passa l'idea che in Italia ci sia spazio per tutti. Magari poi partono oggi altre migliaia di disperati, ne affogano duecento perché erano convinti che in Italia ci fosse spazio". "Prima di dire che in Italia c'è spazio per tutti, bisognerebbe pensare alle conseguenze. Io non me la prendo con il Papa, ma con i politici che emulano il Papa: la Boldrini, Renzi, Mattarella, Napolitano".


17/04/16

Referendum e Scie Chimiche

dal nostro inviato a Roma: 
Sono vent’anni che non vado a votare. I motivi sono due: disgusto e non fornire energia al sistema. Quando però ho udito l’appello di Napolitano (che considero una delle entità più perniciose nell’Italia degli ultimi cinquant’anni) non ho retto e, spinto dalla rabbia, sono uscito di casa, ho richiesto il duplicato della tessera elettorale (disponibile in pochi minuti per tutti) e ho votato a questo referendum.


Il quesito era parziale, l’efficacia dell’istituto assai ridotta, ma poche decine di minuti sono ben spese se servono solo ad esternare il mio disgusto verso questo governo e le varie entità grigie che gli ruotano attorno.
I suggerimenti alle astensioni mi hanno anche fatto dubitare della loro genuinità, data la loro disarmante franchezza. Forse questo referendum allora è solo un espediente per verificare l’ammontare della massa oppositrice. Forse serve solo per contare chi è dissidente e non del tutto rimbecillito. Non saprei dire.

Cosa c’entrano le scie chimiche?



Roma stamattina si è svegliata sotto un fittissimo reticolato biochimico. La luce che filtra dal layer metallico è fredda e come se fosse sterile, secca, caustica. Vedere i pochi stanchi concittadini avanzare verso le vecchie e sfasciate scuole fasciste sotto la cappa chimica, per tentare di impedire il sacco dei mari, è una visione triste, desolante, che spinge alla rassegnazione. Le strade semideserte e caldissime di Roma lasciano respirare (si fa per dire) quell’aria africana che tanto divertiva Federico Fellini. Esiste una relazione tra referendum, scie chimiche e desideri immondi di astensione di massa?

16/04/16

La Scomparsa del Reale: Sandy Hook/Hoax



I coniugi Wheeler, genitori di una presunta piccola vittima alla cosiddetta strage della Scuola Sandy Hook, erano due attori di serie ‘C’. Il Sig. David Wheeler in particolare, il giorno della presunta strage impersonificava addirittura due ruoli: quello del genitore sconsolato e quello del tiratore scelto dell’FBI! Incredibile ancora una volta la faciloneria con cui sono stati diretti ed eseguiti questi attentati farsa (come quello avvenuto pochi giorni or sono a Bruxelles). Le negligenze e le disattenzioni nel confezionare il ‘pacchetto’ per poi darlo in pasto ai media consenzienti sono talmente tante da far pensare ad una qual intenzionalità.






Chi ha bisogno di Chi?



Yahweh, l’elohim che accudiva alle tribù giudaiche, utilizzava il sapiens per i lavoretti manuali del suo orto botanico transgenico, l’Eden. In cambio dava loro il cibo e le cure mediche necessarie. Al seguito dell’intricatissima vicenda del serpente e del frutto proibito, alla sopraggiunta consapevolezza dell’Adam, l’elohim giardiniere intravvide nel sapiens un pericolo tale da costringerlo a cacciarlo dalle sue mansioni ed a tenerlo lontano con le armi dal luogo di lavoro.


La condanna biblica del sudore della fronte per procacciarsi il cibo e del dolore per il parto era poca cosa di fronte alla libertà creativa che tale abbandono forzoso aveva concesso da quel momento in poi a tutti i sapiens.
Oggi è lo Stato ad avere bisogno dei sapiens oppure è vero il contrario: il Sapiens ha bisogno dello Stato?
In Italia, abbiamo ben compreso come il peggior nemico della creatività e della libertà degli individui sia proprio lo Stato. Lo Stato impone con la forza militare leggi e regolamenti, balzelli e tassazioni, confini fisici ed eterici invalicabili. Impone cure mediche nocive, stili di vita innaturali, gabbie finanziarie indecenti. Nei decenni passati ha mandato al macello milioni di individui per cause belliche balzane e miserande, oggi sfoltisce e controlla la popolazione avvelenando l’aria, l’acqua, il cibo, inondandoci di radioonde. Nulla è cambiato.


Lo Stato senza i suoi sudditi da vessare non è nulla: una scatola vuota

E’ lo Stato ad avere bisogno di noi, non il contrario. Immaginate cosa rimarrebbe della RAI senza i milioni di pecore che la guardano! Un’emittente senza senso, un’arma senza un nemico.
Questa imposizione crudele ed ingiusta è propriamente innaturale, così come lo era il pugno di ferro di Yahweh nei confronti del povero popolo ebraico. C’è poi una evidente vena di sadismo strettamente connaturata alla gestione del potere terreno. Non ve ne eravate accorti? Pedofilia e satanismo (dissoluzione disumana), sono caratteristiche irrinunciabili del potere ed associate ad esso con risvolti sorprendenti da millenni!


Siamo noi il motore del potere. Siamo noi che doniamo anima e sangue al Moloch, da millenni. Forse è giunto il momento di smettere.

15/04/16

Il Duro Lavoro dei Crisis Actors






Un Segreto del Potere



Immaginiamo, per comodità, la nostra esistenza in un universo cartesiano ed obbediente alle leggi della fisica classica. In questo contesto semplificato, l’essere umano utilizza sistemi simbolici complessi come mezzo di interpretazione e condivisione delle sue esperienze reali. La struttura del suo inconscio utilizza poi gli stessi apparati simbolici per catalogare ed elaborare le medesime esperienze.
I simboli possono essere distinti in archetipici (un po’ come se parlassimo di numeri primi) e composti; le lingue ideogrammatiche donano un’immediata esemplificazione del motivo di questa suddivisione.
Esistono poi numerosi complessi funzionali che inseriscono questa importantissima operazione naturale di traduzione ed introiezione, in sistemi codificati più o meno aperti, con l’obiettivo di permettere un rapido ed efficace mezzo di scambio di queste informazioni: le lingue ed i tanti linguaggi, organizzati o meno che siano.


Probabilmente l’uomo preistorico utilizzava un sistema di gestione simbolica potente e comune a tutti gli esseri umani, una specie di koiné naturale di cui possiamo immaginare la forza espressiva osservando le primissime incredibili pitture parietali che ci sono pervenute.
La comprensione dell’interazione tra questi sistemi complessi interiori e la cosiddetta realtà è l’obiettivo primario delle scienze contemporanee più evolute.

Il Potere terreno, consiste nella comprensione e nella manipolazione di questi sistemi simbolici complessi (la Magia) tramite il controllo e la gestione del substrato simbolico collettivo con il quale gli esseri umani dialogano con la realtà, i propri simili e le pieghe del proprio inconscio.
Il nucleo indissolubile del potere consiste quindi nella gestione e controllo di questi sistemi funzionali. Più tale entità è in grado di raggiungere e manipolare il substrato archetipico collettivo e più è capace di controllare la popolazione umana, agendo sulla percezione della realtà e sulle conseguenti reazioni psichiche e fisiche dell’uomo.


La distruzione ad opera degli dei della Torre di Babele e la dispersione delle genti in nuclei separati, dalla imposta moltitudine di linguaggi, ha dato inizio infatti alle forme di potere attuali. Tutte le forme di potere da Shumer a Babilonia, dall’Egitto sino ai nostri giorni agiscono grazie a questa forma di controllo. Oggi è la gestione dei media a costituire l’oggetto più ambito per la detenzione del potere. Nulla è cambiato da Shumer ad oggi, le forme del potere sono essenzialmente le stesse, così come le genie che le incarnano. La confraternita babilonese impera da sempre gestendo l’immaginario collettivo ed i suoi linguaggi.

Più il substrato simbolico collettivo è stratificato, più la gestione del potere si fa difficile e complessa. Questo, immagino, è il motivo per cui le popolazioni con un passato denso e complesso (come quelle mediterranee per esempio) sono le più difficili da controllare. Al riguardo di queste popolazioni il potere si mostra più feroce e compatto. Ove c’è immaginazione, fantasia, comprensione sottile, capacità creativa, libertà, li insiste lo scarpone d’acciaio della confraternita. Il caso dell’Italia sta li a dimostrarlo.

13/04/16

La Natura Artificiale delle Migrazioni



Le migrazioni degli ultimi decenni non sono fenomeni spontanei ma operazioni pianificate con l’obiettivo di creare un substrato popolare europeo misto e disorientato. A questo fine concorrono le forze della dissoluzione (Chiesa di Roma in primis) che, con la scusa dell’accoglienza, favoriscono e gestiscono l’ingresso indiscriminato di profughi dal medio oriente e dall’Africa verso l’Europa. Questo articolo di PianetaX aiuta a rendersene conto:



CdV – Sabato prossimo il Papa sarà a Lesbo, l’isola greca più vicina alle coste della Turchia, divenuta negli ultimi mesi l’approdo di migliaia di disperati che tentano di raggiungere l’Europa. Il Pontefice ha annunciato il suo imminente viaggio ai 30 mila fedeli riuniti a piazza San Pietro. Francesco ha spiegato di voler incontrare i profughi sbarcati sulle coste greche nel corso di tutti questi mesi e che sarà sull’isola assieme al Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo e all’Arcivescovo di Atene Hieronymos.


PianetaX - Non sanno più cosa fare per accelerare l’arrivo dei clandestini. La Casa Bianca invia anche questo suo altro sgherro. Nessun accenno a cosa Tsipras stia facendo ai greci in materia di pensioni, lavoro, sanità, la priorità assoluta devono essere i “profughi”. Tsipras, caldeggiato da M5S e Giulietto Chiesa (giusto per chiarire) in pochi mesi ha fatto entrare un milione di clandestini in uno stato più che alla deriva come il suo di soli 10 milioni di abitanti. Anche Renzi da Teheran ha dichiarato “Rispetto agli altri Paesi accogliamo pochi migranti”. Non sanno più cosa inventare. La mia ipotesi è che questi ragazzi, che ci mandano qui a rieducare e come pretesto rimuovere ogni riferimento religioso nella vita pubblica, comincino a mangiare la foglia e alzare il prezzo. Non basta più l’Iphone gratis con trasbordo gratis e mantenimento per mesi in Europa. Pretendono il “reddito di cittadinanza” a vita. Perciò siamo all’empasse. Adesso con l’operazione Casaleggio stanno cercando di portare il M5S al governo in Italia, al Comune di Roma ed a Palazzo Chigi, per accelerare lo ius soli costringendo ogni comune a prendersene, curare, mantenere diverse decine o centinaia di costoro, al pari di ogni altro comune della UE. 
P.S. - “ATTENZIONE: NWO IN CORSO! LA COMMISSIONE TRILATERALE SI RIUNISCE A ROMA DOPO 33 ANNI” - Ecco spiegato perché ci tengono a Roma.

La Gestione dei Virus Fantasma



La longa manus dei manipolatori non si arresta solo all’ingegneria sociale od alla geoingegneria ma si addentra anche in quella genetica e nella gestione dei virus. Questi misteriosi organismi ricombinanti pare siano alla base delle mutazioni genetiche della vita sul pianeta, non cose da poco. Sui virus poi ne abbiamo viste e sentite negli ultimi anni di tutti i colori: pandemie inesistenti, minacciate vaccinazioni di massa, spese milionarie cadute nel nulla, allarmi sociali inventatiInteressante allora leggere al proposito, questo articolo di AdnKronos su un temutissimo virus fantasma, quello dell’AIDS:


"Al 1000% l'AIDS non esiste". A parlare è Valdo Vaccaro, nutrizionista laureato in economia. Durante la puntata de La Zanzara, intervistato dal conduttore Giuseppe Cruciani, il nutrizionista ha spiegato la sua versione riguardo il virus dell'immunodeficienza.
"L'intera medicina americana stava crollando economicamente e serviva una carta da giocare. Loro avevano nel cassetto da tempo dei progetti di una malattia da lanciare". L'Aids sarebbe, quindi, un'invenzione della medicina americana. "I malati di Aids sono malati di esaurimento". Ma il nutrizionista continua: "Non si prende con la trasmissione sessuale, non ci si può ammalare di qualcosa che non esiste. E' tutto un imbroglio, voi vi accontentate delle verità confezionate". Per poi concludere che, in fondo, "tutti sono immunodeficienti, abbiamo tutti un po’ di Aids".

12/04/16

Droghe, Libertà e Propaganda



Di seguito un articolo con, al termine, un commento dell’autore di PianetaX sulla futura liberalizzazione delle droghe nel mondo occidentale, sedicente libero e democratico. La diffusione di massa delle droghe (ed armi) è cominciata negli anni sessanta, associata ad una falsa e superficiale sensazione di libertà ed emancipazione, ad opera delle ben note agenzie di manipolazione mentale. Ancora oggi tali bassi miraggi esistenziali sono alla base del consumo indiscriminato di porcherie neuro-tossiche, spacciate per panacee libertarie. Il popolino fuma mentre i potenti maneggiano.  L’articolo:


La sezione Business & Money del settimanale statunitense Time ha dedicato un breve servizio sugli effetti nel Mondo della Finanza con l’apertura dei primi negozi per la vendita legale di cannabis in Colorado. La Borsa tra le più importanti al mondo ha registrato livelli record nello scambio di azioni a Wall Street per le società quotate in Borsa nel Settore dell’industria della Cannabis. Giovedì scorso, il primo giorno di negoziazione, da quando lo stato del Colorado è diventato il primo a permettere la vendita della droga per uso ricreativo, la Medical Marijuana Inc. ha visto il suo prezzo delle azioni saltare ad un più 22,5 per cento nel solo pomeriggio ed il volume di aumento di scambi giornalieri salire a circa nove volte rispetto la media trimestrale. Anche un’altra società, la Growlife Inc., che si presenta nella sua homepage come una industria che “produce e commercializza sistemi high tech di coltivazione e prodotti che promuovono uno stile di vita”, ha scambiato azioni a volumi record con un prezzo salito in un solo giorno del 32 per cento. Cannabis Science Inc., ha registrato un aumento del 43,5 per cento, con un boom di quasi 30 volte tanto la compravendita delle proprie azioni rispetto alla media a 3 mesi. Tutte e tre le imprese attualmente si concentrano sulla marijuana cd. medica, già legale in una ventina di stati, con una vendita al dettaglio a prezzi molto bassi, oltre, tra l’altro, a tutta la strumentazione per la coltivazione ed il consumo.  http://www.osservatoriodroga.it/ )


Come vi dicevo diversi anni fa, tutta la storia della droga libera, ha radici nel profitto di Wall Street. In Italia gli USA hanno costituito l’intergruppo parlamentare appoggiato da PD, Grillo e Berlusconi per legalizzare la cannabis. Penso nei decenni passati quanti ragazzi italiani hanno fatto morire di overdose, quante famiglie distrutte, per ingrassare i trafficanti di droga. L’intervento americano in Afghanistan è avvenuto a protezione dei campi di papavero da oppio dopo che i talebani volevano estirpare quella piaga. l’Italia spende centinaia di milioni di euro in missioni militari all’estero atte a proteggere la produzione di sostanze stupefacenti. Renzi ha già detto che vuole una scuola “aperta”… sì, aperta agli spacciatori africani che sta facendo entrare con Mare Nostrum per creare milioni di tossicodipendenti sin dalla giovane età.


Per molti soggetti, la dipendenza da stupefacenti è molto più grave di quella da tabacco. Loro vogliono che le persone siano abituate sin dalla scuola a fumare spinelli e che poi, lavoreranno come schiavi, o ruberanno e si prostituiranno, per ottenerla. Però la RAI della Maggioni, altra venduta agli USA, produrrà dei programmi dove spiegherà come si fa a drogarsi “in sicurezza” e le associazioni dei “consumatori” richiederanno note informative sui pacchetti di marijuana, come per il tabacco. Anni fa, il Corriere della Sera aveva inneggiato ad una “sentenza” della consulta che aveva assolto uno beccato con più di 5 grammi di coca poiché era “la scorta per le vacanze”. La droga fa bene al PIL assicurano Draghi ed i serissimi economisti del Sole 24ore, quando il PIL è una statistica inventata, il PIL non esiste. I pochi che tentavano qualcosa come Vincenzo Muccioli, li hanno perseguitati tramite la magistratura e poi ammazzati. Mi raccomando, continuate a pagare le tasse, acquistare giornali e guardare la TV!  (PianetaX)