19/11/18

Olocausto California


olocàusto s. m. e agg. [dal lat. tardo holocaustum (holocaustus come agg.), gr. tardo ὁλόκαυστον (sinon. del più com. ὁλοκαύτωμα), neutro sostantivato dell’agg. ὁλόκαυστος «bruciato interamente», comp. di ὅλος «tutto, intero» e καίω «bruciare»]. – 1. s. m. a. Forma di sacrificio praticata nell’antichità, spec. nella religione greca e in quella ebraica, in cui la vittima veniva interamente bruciata: offrire un o. alla divinità, e offrire un agnello in o.; celebrare un o.; Per estensione, sacrificio totale, distruzione di gruppi etnici o religiosi, di popolazioni, città (spesso come sinonimo di massacro, martirio, genocidio).


La California brucia perché è una terra che da decenni viene mantenuta in uno stato di siccità artificiale, con le note armi a disposizione dei geo-ingegneri e quelle meno note a disposizione dei militari. Evidentemente la California, così come l’Italia ed il Giappone, sono stati sui quali si possono compiere esperimenti disumani contro l’ambiente e la popolazione locale. Una sorta di Sodoma e Gomorra contemporanea, perché il risultato è sempre lo stesso: annichilimento, distruzione, olocausto. L’olocausto, ricordiamolo, è il sacrificio umano preferito dagli dei. In California si parla addirittura di 1.200 dispersi! Una strage di cui ormai tutti noi conosciamo mandanti ed esecutori.

Per ulteriori dettagli, si legga QUI

14/11/18

L'HAARP cinese e la Stampa di Regime


critica scientifica - Un episodio che rivela come il tipo di valutazione che viene data ad una notizia non dipenda dal contenuto ma dalla fonte da cui essa proviene. Il caso emblematico del Corriere della Sera e HAARP. Prendiamo in esame un passaggio come il seguente senza per ora citarne la fonte:

Ha messo in allarme non gli ecologisti ma i servizi segreti di diversi Paesi un’altra innovazione cinese: un sistema radar con un raggio d’azione di 2.000 chilometri, che ufficialmente ha lo scopo di studiare i fenomeni nell’alta atmosfera. In estrema e approssimativa sintesi il macchinario (un tipo di «radar di dispersione incoerente ad alta potenza» sperimentato da diversi Paesi) funziona generando rapidissimi impulsi di energia elettromagnetica e spedendoli in fasci nella ionosfera, la fascia dell’atmosfera che riflette le onde radio grazie all’alta concentrazione di ioni ed elettroni. Ma l’intelligence occidentale teme che i fasci sparati dal super-radar cinese possano influire sul clima, scatenando tempeste, uragani, tsunami ai danni del nemico. Lo strumento in costruzione nell’isola di Hainan, nel Mar cinese meridionale, è stato ribattezzato «radar divino». Scienziati indipendenti dicono che si tratta solo di teorie complottiste e che oltre a servire fini scientifici la struttura di Hainan può al massimo essere impiegata dai cinesi per spiare meglio le mosse delle flotte aeronavali avversarie.

Possiamo ora dire che la fonte è un articolo del Corriere della Sera del 20 ottobre 2018 “La Cina delle invenzioni lunari“. Con una certa sorpresa vediamo che le accuse riportate dal Corriere nei confronti del radar cinese sono esattamente le stesse che per vent’anni sono state mosse al sistema HAARP (attivo negli anni 1993 – 2013)  da siti ritenuti più o meno “complottisti” ricevendo sberleffi da parte della stampa mainstream e infine proprio l’infamante accusa di ‘complottismo’, come riportato anche su wikipedia. Nell’articolo del Corriere si parla inoltre di ‘intelligence occidentale’ senza tuttavia riportare le fonti di tale dichiarazione ma sottintendendo che la conoscenza dei meccanismi d’azione potenzialmente attivi su clima e terremoti sarebbe cosa ormai certa e conosciuta, sarebbe interessante che adesso sul principale quotidiano nazionale si approfondisse la questione magari intervistando dei fisici e spiegando ai lettori come stanno effettivamente le cose o quello che comunque se ne può sapere. Ma qualcosa ci dice che questo non accadrà.

Massacro di Bianchi in Sud Africa


In Sud Africa si sta consumando una mattanza dei cittadini dalla pelle bianca di proporzioni inaudite dalla fine del cosiddetto apartheid. La motivazione di questa ondata omicida è unicamente razzista. I media di regime europei tacciono ed evitano di raccontare l’orrore di questa strage mentre sprecano pagine su pagine per stigmatizzare (od inventare) il più futile episodio di razzismo (invero inesistente) nei nostri lidi. Spegnete ed anzi vendete la TV e non comprate i giornali. Informatevi unicamente sui blog locali. Chi vuole avvertire di ciò Cecile Kyenge, così attenta al rispetto dei diritti umani in Italia?

tratto da Imolaoggi: Dall’avvento al potere di Nelson Mandela a oggi pare siano stati massacrati quasi 70.000 bianchi, per odio razziale. Non è la povertà il fattore scatenante, ma l’odio: prendiamo in considerazione che la gente bianca costituisce solo il 9% (4.500.000) della popolazione del Sud Africa e il tasso di omicidi di nero-su-bianco è del 95% del totale. Gli episodi sono moltissimi e regolarmente riportati dai canali d’informazione locale. Il caso più famoso riguarda quanto successo qualche tempo fa alla famiglia Potgieter: Attie, il papà, torturato pugnalato 151 volte, la moglie torturata a morte e il piccolo Willemien, soli 2 anni, immerso nel sangue dei genitori e poi ucciso con un colpo di pistola alla testa. Poteva andar peggio, il bambino poteva finire bollito come è successo a un altro ragazzo.


Molto più recente, l’omicidio della bella Hannah Cornelius, stuprata, strangolata e scaricata in un campo. Si è salvata invece la signora di Ermelo cui hanno amputato le dita dei piedi per gioco. Il Sud Africa ha il più alto tasso di stupri il mondo e il secondo più alto tasso di omicidi, la qual cosa rende il Paese più pericoloso rispetto alla maggior parte dell’Iraq. “Quando è stata l’ultima volta che hai letto dei bianchi che irrompevano nelle case dei neri, aggredendo brutalmente e uccidendo i neri anziani nei loro letti?” chiede con un commento internet un cittadino che non si sa se definire più ingenuo che sbigottito. 


Qualcuno prova a difendersi. Molti si rinchiudono in villaggi blindati come la bella realtà di “Orania”, di cui varrebbe la pena parlare. Tuttavia, fare domanda per una pistola in Sud Africa è un incubo burocratico che finisce quasi sempre nel fallimento, anche se ormai possedere almeno un’arma, più che necessario, è vitale in ogni azienda agricola. Tutto ciò, sia chiaro, nella stessa repubblica in cui la polizia perde 1.000 pistole l’anno, che finiscono opportunamente in mani criminali. Potremmo continuare così per quasi settantamila volte. Tutti zitti i giornali radical-chic italiani. Gli stessi che fecero risolini derubricando a folklore l’assassinio dell’attivista bianco Terrè-Blanche o che forse, in preda ad auto-razzismo, pensano che stia bene così.

12/11/18

Prevedibili novità sulla famiglia Bush


La famiglia Bush è implicata nelle peggiori nefandezze dell’ultimo secolo, a partire dalla promozione della Seconda guerra mondiale, sino all’inganno degli auto-attentati dell’11 Settembre ed oltre: alle guerre disumane contro l’Iraq e l’Afghanistan. Davvero interessante è venire a conoscenza che Barbara Bush sia la figlia di Aleister Crowley, il celebre satanista e scrittore che ha avuto un’influenza determinante sul secolo passato.


È davvero difficile, se non impossibile, far comprendere ai più l’influsso prepotente che la magia nera ed il satanismo ha avuto sulle vicende umane degli ultimi due secoli, in particolare. La simbiosi tra potere, elite di potere, e satanisti è un fatto inconfutabile sebbene venga rimosso per comodità o paura. Le spaventose perversioni sessuali, i rituali nevrotizzanti, la fissità, l’ossessione per i cerimoniali pomposi, l’oscena parata continua … sono tutte caratteristiche derivate dal contatto stretto esistente tra dimensione satanica e strutture di controllo. Fino a quando l’umanità non sarà in grado di ridestarsi, rendendosi conto di questa oscura origine del vertice, non potrà emanciparsi da essa.    il video:

09/11/18

I primi Outing degli Obama


ilfattoquotidiano - Michelle Obama ha avuto un aborto spontaneo 20 anni fa e ha deciso di usare la fecondazione in vitro per avere le figlie Malia e Sasha. In un’intervista all’ABC, l’ex First Lady ha raccontato: “Mi sono sentita persa e sola. Come se avessi fallito perché non sapevo come funzionassero gli aborti spontanei. Perché non si parla di queste cose. Ce ne stiamo nel nostro dolore e pensiamo che in qualche modo ci si è spezzato qualcosa dentro”. Quindi ha parlato della gravidanza: “L’orologio biologico è vero. Perché la riproduzione è limitata. E io l’ho realizzato quando avevo 34 e 35 anni. Per questo ho scelto la fecondazione in vitro. Io credo che la cosa peggiore che facciamo a noi stesse come donne sia il fatto di non condividere la verità sui nostri copri e su come funzionano e su come no”.

Quindi, nell’estratto diffuso da Abc, ha anche detto di aver fatto terapia di coppia insieme al marito. L’intervista è stata fatta in occasione dell’uscita del suo libro di memorie “Becoming” (becoming cosa? Brrrr …), infine ha detto che “non perdonerà mai” Donald Trump per la teoria del certificato di nascita dubbio di Barack Obama: promuovendo questa teoria – secondo la quale Obama era nato in Kenya -, il tycoon ha messo in pericolo la famiglia Obama. “L’intera vicenda” del certificato di nascita“era una pazzia e una meschinità, con nascoste intolleranza e la xenofobia. Ma era anche pericolosa” perché poteva provocare “deliberatamente dei matti. Donald Trump con le sue insinuazioni ha messo la sicurezza della mia famiglia in pericolo. E per questo non lo perdonerò mai”.


L’intervista a Michelle Obama è interessante per alcuni punti che emergono. Il primo riguarda le gravidanze delle elite di potere. Esse infatti utilizzano la clonazione, lo scambio di feti e chissà quali altre diavolerie al fine di procreare ciò che desiderano, per ricoprire nella società degli uomini il ruolo designato. Il secondo riguarda l’oscura vicenda della coppia Obama. Lui è omosessuale, drogato e ninfomane, come ci narrano alcuni testimoni, lei sembrerebbe più maschile che femminile. Si tratta probabilmente di una coppia costruita a tavolino (od in laboratorio?) per ricoprire il ruolo funesto che poi hanno ricoperto. Le inclinazioni sessuali delle elite infatti sono spesso deviate ed immonde, probabili conseguenze di DNA frutto di ibridazioni multiple ed interferenze mentali.

Terzo punto riguarda il cosiddetto ‘outing’. Le elite in questo periodo storico hanno la necessità di scoprire le proprie carte tramite personaggi apparentemente contro il sistema. David Icke è uno di questi: un appartenente alle genetiche disumane che viene utilizzato per diffondere alcune verità sulle trame occulte. Evidentemente occorre comunque una specie di consenso informato dell’umanità per procedere oltre con quel mega esperimento a livello planetario di manipolazione genetica a cui stiamo assistendo malauguratamente, volenti o nolenti, tutti noi.

07/11/18

Effetti e probabili obiettivi della Guerra Meteo


Se consideriamo tutti insieme i danni prodotti dalla furia climatica contro l'Italia, vittime umane disgraziatamente comprese, possiamo giungere alla conclusione che si sia trattato degli effetti di un bombardamento esteso. Facendo scorrere il pensiero un poco indietro nel tempo, alle vicende a noi prossime, potremmo giungere a riflessioni ancora più drammatiche. Prendiamo in considerazione come esempio la strage di ulivi nel Salento, la fine delle palme nei litorali tirrenici, la moria inarrestabile di cipressi in Toscana, la mattanza dei pini marittimi secolari nel Lazio, aggiungiamoci la devastazione recente dei boschi veneti (si parla di 100.000 ettari di bosco distrutti) ed abbiamo di fronte a noi un quadro spaventoso. Da questo insieme potremmo ipotizzare una deliberata intenzione di manomettere il substrato ambientale tutto della penisola italiana, guarda caso colpita nelle sue tipicità più importanti, anche dal punto di vista simbolico oltre che produttivo.

06/11/18

Riflessioni sul Calcestruzzo Armato del Morandi


Ciò che colpisce maggiormente delle immagini successive al crollo del ponte Morandi a Genova è lo stato delle macerie. Ci si sarebbe aspettato di osservare forme pietrose incoerenti, ammassi di ferro e conglomerato, sbiancato dalle polveri ed invece notiamo dei parallelepipedi pressoché integri ed anneriti alle estremità, come se fossero stati sottoposti ad una fonte elevata di calore. Possiamo notare come i piani neri che contraddistinguono i monoliti in calcestruzzo armato, siano netti, dando l'idea dell'utilizzo di una enorme sega circolare o di una altrettanto enorme lancia termica.


Il calcestruzzo armato è una massa coerente. Avete osservato le strutture in c.a. dopo un terremoto? Ebbene appaiono come masse informi, in cui i ferri sono ancora integri seppure snervati. Non si vedono tracce di annerimento perché il materiale è per sua natura grigio chiaro. Le macerie del Morandi invece sono come solidi fondamentali anneriti che, come pezzi del lego, sono accatastati uno sopra l'altro.


E' soprattutto però l'annerimento dei piani delle estremità che fa pensare all'utilizzo di un tipo di arma speciale ad energia oppure alla termite, l'esplosivo comunemente usato per le demolizioni controllate. La rottura netta dei ferri infatti è una anomalia in questo genere di incidenti, sempre che di incidente si voglia parlare.

Le anomalie di questa tragica vicenda sono così tante e palesi (vedi immagine sopra, per esempio) da poterla inscrivere con relativa tranquillità nel novero delle azioni terroristiche. Resta da definire chi sia il terrorista e contro chi e per chi abbia lavorato. Ad oggi sappiamo solo chi ha coperto la realtà delle cose.