22/05/17

Vaccinati e Non Vaccinati, quali differenze?


Le vaccinazioni pediatriche sono essenzialmente una colossale frode. La loro efficacia come profilassi è tutta da dimostrare mentre è dimostrato come siano molto pericolose per la salute umana. Nella loro composizione ufficiale emergono potenti componenti neurotossici mentre nelle analisi fatte in modo indipendente, sono stati riscontrati metalli pesanti e addirittura leghe metalliche (sottoforma di nanoparticelle) anch’esse altamente neurotossiche.

L’inoculazione forzata prevista dal governo italiano procurerebbe una cinquantina di iniezioni di sostanze pericolose a breve ed a lungo termine. I bambini vaccinati, rispetto ai non vaccinati, hanno maggiore predisposizione a contrarre infezioni croniche, allergie ed a evidenziare disturbi neurologici.


Spero che questo rigurgito dittatoriale dell’imposizione coatta del protocollo venefico/vaccinale sia il punto di partenza per tanti genitori e nuclei familiari di chiedersi quale sia il reale intento dei governi, chi sia a comandare veramente in un sistema stato e di indagare maggiormente sulle tante prerogative di uno stato contemporaneo e quali siano i suoi reali interessi ed obiettivi: ne scopriranno delle belle!

Già che ci sono, potrebbero indagare sulla truffa dell’emissione privata della moneta oppure sulla consistenza giuridica del loro sistema stato che credevano indipendente e frutto della sua gloriosa storia popolare. Alzando inoltre gli occhi al cielo potrebbero osservare la mostruosità di un cielo completamente artefatto perché dilaniato da tonnellate di materiale neurotossico in sospensione oppure chiedersi il perché delle tante politiche sociali andate in fumo. Buon lavoro.

20/05/17

Vaccini Forzati: le voci contrarie

 LA MINISTRA LORENZIN (DIPLOMA DI MATURITA' CLASSICA)

Questo osceno nugolo di servi delle banche e delle corporation, insediatosi illegittimamente perché senza consenso popolare ai vertici della ‘Republic of Italy spa’ - ossia il recinto legale entro il quale conduciamo le nostre esistenze terrene – vuole imporre ai genitori italiani di trasformarsi in kapò per consegnare i propri pargoli nelle grinfie di un sedicente protocollo sanitario di prevenzione di massa che comporta l’iniezione di numerosi elementi neurotossici e virali in corpicini di esseri umani inconsapevoli.

Le pene previste per la defezione dall’infausto protocollo vanno dall’interdizione all’accesso al sistema educativo nazionale, alle multe sino alla perdita della potestà dei genitori: la definitiva consegna dell’essere umano inconsapevole nelle grinfie di quella melassa dittatoriale denominata stato, la stessa istituzione che ci avvelena dal cielo da decenni e che ci inonda di radioonde notte e giorno.

Spero che le masse popolari insorgano e si metta fine ad una esperienza di governo sostanzialmente inutile. Data la presenza infatti della perniciosa Europa e delle banche e corporation - che detengono di fatto la proprietà del paese - a cosa serve un governicchio nazionale? Per fortuna esistono le menti raziocinanti e contrarie:


tratto da Il fatto quotidiano - “Siamo ormai al delirio sanitario: il Parlamento intervenga”. A sentir parlare di Tribunale dei minori quasi trasecola il direttore generale del Moige, l’organizzazione che da 19 anni si occupa di protezione e sicurezza dei bambini all’interno della famiglia, con quasi 50mila genitori aderenti. Parla del decreto approvato venerdì in Consiglio dei Ministri che introduce da settembre l’obbligatorietà di 12 vaccini per l’età scolare (0-16 anni) che oltre a sanzioni salatissime contempla la più estrema: la sospensione della patria potestà. Il decreto prevede che il genitore inottemperante venga segnalato dall’ASL al Tribunale, laddove richiami e multe fino a 7.500 euro non bastassero.

Pugno fermo e mano pesante è la linea, anche se il premier Gentiloni in persona ha più volte ribadito che “non c’è uno stato di emergenza ma una preoccupazione alla quale il governo intende rispondere”. La risposta però non piace affatto all’associazione dei genitori già critica sull’obbligatorietà dei vaccini.

E’ ormai sera quando Ilfattoquotidiano.it raggiunge il segretario generale Antonio Affinita e davanti alla notizia della patria potestà minacciata sbotta così: “La misura è colma, siamo al delirio sanitario. Il governo si mette contro 16 milioni di famiglie e la ministra Lorenzin, che mai le ha coinvolte a un tavolo per parlare di queste cose, agita lo spettro di multe superiori a quelle riservate a chi vende alcolici o tabacchi ai minori. E adesso perfino la patria potestà sui figli. Incredibile”. Ma purtroppo vero.

19/05/17

Ecco il Decreto per i Vaccini Forzati!


Come era prevedibile, la demenziale querelle sulle vaccinazioni forzate si è intrufolata in un decreto del consiglio dei ministri. Con un paese da governare che va a rotoli, la stretta vaccinatoria appare ridicola ed ignobile, quasi una presa in giro. Hanno mietuto più vittime la crisi finanziaria indotta (quanti suicidi ci nascondono?) o l’inquinamento intenzionale (e non) che i virus. Di che stiamo parlando? Uno stato che si preoccupa della salute dei suoi sudditi è impensabile se non dietro tornaconto e, come ho già scritto, a mio parere il tornaconto questa volta è da ricercarsi a livello eterico. Sia come sia, pur di iniettare veleni neurotossici agli infanti italiani le provano tutte. Inutile dire come questa disposizione sia inaccettabile ed illegale, contraria ai più basilari diritti dell'uomo. Che dire infine dei milioni di deportati africani? Sono stati vaccinati? Le vaccinazioni verranno estese anche a loro oppure sono solo per l’uomo bianco? La notizia:
  

adnkronos - Vaccini, via libera a decreto su obbligo a scuola

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto che introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge 'Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale', proposto dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. "L'evasione dell'obbligo dei vaccini comporterà l'impossibilità di iscriversi al sistema 0-6 che precede la scuola dell'obbligo e per partecipare alla scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione produrrà sanzioni che sono dalle 10 alle 30 volte maggiori di quelle esistenti", ha detto il premier Paolo Gentiloni sottolineando: "Non si tratta di emergenza ma di una preoccupazione alla quale intendiamo rispondere". (…)



Dopo aver ringraziato le ministre Lorenzin e Fedeli e la sottosegretaria Boschi "che hanno lavorato per la definizione di un decreto che penso sia una scelta importante che qualifica l'attività di governo nel campo della protezione della salute", il premier ha detto che "l'obiettivo è di evitare che le difficoltà si trasformino in vere emergenze sanitarie". "Ci troviamo di fronte alla constatazione del fatto che nel corso degli anni la mancanza di misure appropriate e il diffondersi anche di comportamenti e teorie antiscientifiche hanno provocato un abbassamento dei livelli di protezione dal punto di vista dei vaccini", ha spiegato Gentiloni illustrando le ragioni che hanno portato al decreto.

Vaccinazioni forzate: la Svezia dice NO!


La grande e civile Svezia, nonostante i clamorosi attacchi che ha ricevuto nella sua recente storia (finti attacchi terroristici, immigrazione selvaggia, stupri razziali, etc. etc. …) ha dimostrato di essere sempre attenta ai diritti inalienabili dei suoi cittadini. Contro 7 mozioni che volevano imporre l’obbligatorietà vaccinale, una decisione parlamentare le ha rigettate tutte, dicendo NO alle vaccinazioni forzate, per rispettare il diritto di scelta dell’essere umano e la sua integrità psico-fisica.

La nostra carretta di stato denominata Italia invece, oltre a navigare alla deriva, desidera imporre le vaccinazioni pediatriche in modo ignobilmente coercitivo. E’ ora di disconoscere questa imposizione militare/finanziaria privata chiamata ‘Republic of Italy spa’, dichiarandoci tutti sovrani di noi stessi e rigettando in massa le abominevoli e perniciose vaccinazioni compulsive imposte.

LINK 1  -  LINK2

Republic of Italy Spa



Dall’acquisizione delle informazioni contenute nei video precedenti, possiamo trarre alcune conclusioni e porci alcuni interrogativi.

1)     La Repubblica italiana è una Società per Azioni di proprietà di alcune corporation e gestita dal ministero della difesa statunitense. Non si tratta quindi di una Nazione costituitasi nella Storia dal suo proprio popolo ma di un mero soggetto giuridico in mano a terzi.
2)     Ogni essere umano, che nasce nel suolo italico, sottoscrive con il suo certificato di nascita (e quindi a sua insaputa) un contratto in cui viene considerato come datore di imposta (proprietà) nei confronti di quella Spa denominata Republic of Italy.
3)     In contrasto integrale con l’articolo 1 della Costituzione, la sovranità appartiene alle corporation, alle banche ed ai militari statunitensi e non al popolo.
4)     Ci hanno raccontato a scuola e ci continuano a raccontare (grazie alla solerte opera di propaganda dei media di regime) una narrazione della realtà che non corrisponde al vero.
5)     Dall’emanazione del codice di Hammurabi, le leggi sono appannaggio dei tiranni, usurpatori di popoli e territori. L’entrata in vigore della bolla papale ‘Unam Sanctam Ecclesiam’, mai sconfessata, considera gli esseri umani alla mercé del tiranno di turno, investito dal Papa, perché discendenti da Noè e quindi giuridicamente ‘dispersi in mare’ senza diritti né proprietà.
  
Ci domandiamo quindi, ma gli interrogativi sono molti di più:

a)      Com’è possibile accettare un sistema giuridico che è alle dipendenze di una società privata?
b)     In base a quale principio dobbiamo sottostare ai diktat sociali e finanziari coercitivi di una corporation?
c)      Per quale motivo ogni essere umano, nato sull’ex suolo patrio, viene considerato di proprietà di una corporation privata e schedato con codici militari, commerciali e bancari?
d)     Per quale minchia di motivo, ad esempio, dobbiamo far vaccinare i nostri bimbi se ad  imporci tale cosiddetta pratica di prevenzione è una cazzo di società per azioni?

16/05/17

Vaccini: il Marchio della Bestia?


Aderire al protocollo vaccinale obbligatorio (imposto dal regime) significa accettare i diktat del vertice, conformarsi e demandare il proprio libero arbitrio, la propria volontà e le proprie possibilità di scelta ad entità sfuggenti ed eteree.

Per i genitori significa trasformarsi in Kapò, divenendo agenti prossimi del sistema nei confronti dei nuovi nati che dovrebbero nascere liberi e non appartenere a nessuno tranne che a se stessi. Il vaccino è un sigillo eterico, come i tatuaggi, ed insiste sulla vita di un essere umano come un contratto estorto, come un patto demoniaco. L’infante non è in grado di decidere ed è proprio per questo che il sigillo gli viene imposto nei primi anni o mesi d’età, per mano dei suoi genitori confusi ed inconsapevoli.


Le conseguenze delle vaccinazioni sono quindi nefaste non solo a livello fisico ma anche - e soprattutto - a livello eterico. A livello eterico si compie la consegna della vita di un essere umano nelle mani di entità estranee, a lui ed al suo nucleo familiare a cui il bimbo non appartiene, così come non dovrebbe appartenere a niente e nessuno.

I regimi illibertari premono sulle vaccinazioni perché ne conoscono bene le proprietà a livello eterico, fregandosene totalmente di quelle (presunte, tutte da dimostrare) del livello fisico. Il vaccino è il marchio della bestia senza il quale non si può né vendere, né comprare e nemmeno andare a scuola?  Riflettete genitori, riflettete.

12/05/17

Vaccini: un Problema Religioso


Tutta la delirante querelle sulle vaccinazioni pediatriche compulsive è un problema di natura religiosa. Affidare il corpo di un infante di pochi mesi di vita alla farmacopea ufficiale significa aderire allo scientismo, il pensiero unico imposto dai regimi per giustificare la propria esistenza.

L’adesione all’infausto protocollo vaccinale porta con se l’accettazione alla narrazione del sistema, quella ufficiale menzogna delle accademie, dei governi, dei manipolatori occulti. ‘Credere’ alle vaccinazioni quindi significa affidare il proprio discernimento alle strutture predisposte, tramite investitura divina: quella pseudo scienza ottocentesca che è ormai obliterata dalla scienza contemporanea stessa!


L’analogia tra il battesimo imposto all’infante e la vaccinazione è sorprendente: il battesimo è la protezione dal male (satana) e l’adesione alla religione cattolica, imposto da un officiante del sistema (prete). Il vaccino è la protezione dal male (virus) e l’adesione allo scientismo, imposto da un officiante del sistema (medico).

Per fortuna esistono i medici eretici. Per fortuna senza religioni organizzate si vive meglio e più a lungo ma soprattutto: liberi. Per questo i governicchi autoritari (come i nostri) premono in modo inaudito per imporre le vaccinazioni pediatriche. Lo fanno per prolungare e giustificare la loro stessa presenza, invero perniciosa ed inutile.