11/12/18

Ragioni esoteriche della TAV Torino-Lione


Nello stralcio di articolo che segue, di Giorgio Cattaneo, si intravvedono le vere motivazioni nascoste dietro l’imposizione della TAV Torino-Lione. Lungi dall’essere un progetto infrastrutturale europeo, seppure immotivato ed irragionevole economicamente, si palesa invece come un’operazione di asservimento delle masse e di manipolazione delle coscienze con finalità esoteriche e contro-spirituali di matrice disumana e satanista. Il progetto serve a sdoganare il concetto di imposizione verticistica tout court sulle popolazioni locali da parte dei vertici oscuri. Serve inoltre per sottrarre risorse economiche alle popolazioni europee per veicolarle laddove si desidera. È utile infine per spezzare alcuni sigilli protettivi come la linea di San Michele ed altre risorse eteriche alle genti europee. Qui di seguito lo stralcio dell’articolo in cui sono evidenziate le caratteristiche energetiche dei luoghi oggetto di devastazione infrastrutturale a seguito del progetto TAV Torino-Lione: 


Si racconta che dal massiccio dell’Ambin, nel quale si è andato scavando il dannato tunnel esplorativo, sia disceso Annibale coi suoi elefanti. In direzione opposta avanzò Giulio Cesare alla conquista delle Gallie, facendo base a Susa, dove poi l’imperatore Costantino assediò Massenzio. Poco più a valle, Carlomagno sbaragliò i Longobardi manzoniani di Adelchi e Desiderio per poter fondare il Sacro Romano Impero, il cui erede Barbarossa mise a soqquadro Susa. Napoleone aprì la strada del Moncenisio, Cavour fece scavare il traforo del Fréjus. Quasi ogni sasso, in valle di Susa, ha molti secoli da raccontare, all’ombra dell’imponente Sacra di San Michele, monumento simbolo del Piemonte, eretto prima dell’anno Mille. Sul versante opposto, da una roccia emerge il Giove Dolicheno, scolpito dai soldati mediorientali arruolati da Roma nella Legione Siriana, di stanza nella valle conquistata dai Cesari.

QUI il link all’articolo completo.

10/12/18

Verso il Grande Freddo?


È comprensibile che il potere controlli e modifichi le statistiche e le informazioni quantitative a suo favore. Ogni dato è appunto dato. Occorre quindi sospettare sempre delle verità scientifiche e delle osservazioni empiriche che giungono da terzi, soprattutto se a fornirle sono le agenzie governative.

La querelle degli ultimi decenni sul cosiddetto ‘riscaldamento globale’ (termine poi abilmente mascherato dal più duttile lemma ‘cambi climatici’) si è incentrata proprio sull’interpretazione se non addirittura sulla creazione, di dati statistici e scientifici sulle temperature, sui reali andamenti del clima globale, sulle attività solari e sulle tante variabili associate. È un ginepraio da cui sembra difficile trarre conclusioni e su cui costruire ipotesi.


Possiamo però imparare qualcosa dal nostro recente passato, tenendo bene a mente i numerosi eventi storici spacciati come veritieri ed invece frutto di pura fantasia, oppure gli scenari apparentemente ineccepibili imposti come dogmi alla popolazione inerme. Da questa mole indecente di falsità possiamo estrapolare un principio tanto semplice quanto vero: il vertice del potere mente.

Ciò premesso, possiamo semplicemente considerare come menzogna il riscaldamento globale, la CO2 spacciata per causa dell’effetto serra, la produzione di gas serra da parte dell’umanità e così via.


I vertici occulti del potere terrestre hanno imbastito una colossale menzogna, strutturata su evidenti inesattezze. Potremmo infine ipotizzare invece che: A) l’andamento del clima terrestre è influenzato in modo preponderante dall’attività solare – B) Non è rilevabile un riscaldamento globale da almeno 20 anni – C) l’attività antropica incide in maniera marginale sul clima globale – D) La CO2 non è un gas serra.

Da queste ipotesi desumiamo l’inesistenza del complesso di colpa verso il clima mondiale. Non siamo noi umani la causa del disastro ambientale, semmai lo sono le elite (occulte e palesi) che manomettono la biosfera con mezzi illeciti e clandestini. La macchina della propaganda miete vittime sempre più inconsapevoli ed ingannabili con relativa semplicità. Peccato che lo scenario proposto sia desolante, effimero e profondamente errato.

Ciò nonostante le forze politiche ed i media di regime (che poi sono la stessa cosa) insistono ed utilizzano lo scenario posticcio come il paradigma essenziale. L’uomo inquina perché la sua natura è imperfetta e deleteria, l’inquinamento produce gas serra, i gas serra sono responsabili del riscaldamento globale. Ergo: l’uomo è causa prima del riscaldamento globale.


Ebbene rilassiamoci: non è così. È il sole il motore del clima e la nostra stella è entrata in una fase dormiente. Poche macchie solari, poche emissioni, temperature in calo. Le conseguenze sul clima terrestre dovrebbero essere ben visibili a breve con temperature rilevate molto rigide. Ciò a meno che il vertice occulto non si adoperi per qualche ennesima manomissione materiale. Dobbiamo infatti sempre tener presente l’impatto della geoingegneria clandestina visibile (ed invisibile) sulla biosfera. Per ultimo vorrei ricordare, come aspetto non marginale, le incognite sulla struttura del nostro sistema solare di cui non sappiamo ancora quasi nulla.

Amnesty o Amnesy?



adnkronos - In Italia "il nuovo governo insediatosi a giugno si è subito distinto per una gestione repressiva del fenomeno migratorio. Le autorità hanno ostacolato e continuano a ostacolare lo sbarco in Italia di centinaia di persone salvate in mare, infliggendo loro ulteriori sofferenze e minando il funzionamento complessivo del sistema di ricerca e salvataggio marittimo". È quanto denuncia Amnesty International nel rapporto 'La situazione dei diritti umani nel mondo. Il 2018 e le prospettive per il 2019'. A novembre Amnesty International Italia ha lanciato una campagna "per l'introduzione dei codici identificativi per gli agenti impegnati in operazioni di ordine pubblico. Si tratta di una misura che il Comitato Onu contro la Tortura e altri organismi internazionali hanno ripetutamente chiesto all’Italia di introdurre".

freeskies – Ovviamente occorre bastonare il governo italiano perché vagamente contrario alle deportazioni di massa definite con un eufemismo indecente ‘migrazioni’. Notate come vengano associate spregiudicatamente alle presunte violazioni dei diritti umani i codici identificativi per gli agenti ed il reato di tortura. Perchè il governo non denuncia Amnesty per diffamazione? Non ci sono gli estremi? Invece per le ONG assassine, per Soros che le finanzia, per Bergoglio e combriccola pedofila, per tutti i trafficanti disumani di esseri umani: nulla. Più che ad Amnesty mi sa che siamo di fronte ad Amnesy …

09/12/18

Le Pandemie immaginate

Nuestra vida es teatro

Ogni tanto mi corre il pensiero sulle passate pandemie mediatiche: gli allarmi corali, le cartine mondiali con la diffusione dei virus, il paziente zero, le dotte spiegazioni 'scientifiche' sulla diffusione tra uomo ed animale, gli antivirali finiti nelle farmacie, le mascherine terminate nelle ferramenta.  Ed ancora: le sigle terrifiche (H1N1, H5N1 ...), le foto al microscopio dei virus, le rassicurazioni ansiogene delle autorità, le aviarie e le suine, gli articoloni dei giornaloni ... tutte balle.


Passate poche settimane tutto scompare, tutto viene assorbito dall'insipienza dei più e dalla sonnolenza delle coscienze. Si passa ad un altro argomento posticcio: un falso attentato dei fondamentalisti islamici per esempio, oppure l'andamento grottesco dello spread, all'omicidio esoterico di turno, allo scandaletto sessuale di quel potente ... ebbene viviamo in una costruzione artificiale in cui ogni elemento concorre a riaffermare la validità del costrutto. Peccato che la sceneggiatura sia piena di lacune e che la regia sia pessima così come è indecente la scelta degli attori principali.

08/12/18

L'assist cinese al programma spaziale statunitense


La Luna sta tornando di moda, anche per la CNSA, l’agenzia spaziale cinese. Con la missione Chang’e 4, che si dice partirà l’8 dicembre anche se non è stato annunciato ufficialmente, sarà inviata una sonda verso il cratere Von Karman. Si tratta del più largo, profondo e antico cratere situato nella regione del polo sud della Luna, nella “faccia nascosta”. Se andrà tutto bene, una volta atterrato Chang’e-4 si avvicinerà ad altri numerosi crateri. Penetrerà fino a 100 m di profondità alla ricerca di strutture sotto la superficie (?). (https://www.webnews.it/2018/12/05/cina-rover-lato-nascosto-luna/ )

Pianetax - I cinesi danno una mano agli americani (per cui il loro antagonismo è finto) per reggere il moccolo in vista del 50° anniversario della conquista della Luna. La 'Change four', (oh, l’inglese!) la inviano sul lato nascosto giusto per assicurarsi che nessuno potrà confutare la veridicità dell’allunaggio.



freeskies - Sono d’accordo. Tutto il programma lunare e spaziale cinese è finto. Serve solo a sostenere l’insostenibile: la veridicità delle esperienze statunitensi sulla Luna. Siccome ormai lo sanno anche i bambini (quelli non vaccinati soprattutto) che il programma spaziale statunitense è una colossale menzogna, la Cina sopperisce ed aiuta l’alleato. Si tratta di alleati: il vero potere è sovrastatale, mondiale. Le cosiddette superpotenze si spalleggiano le une alle altre per poter continuare il più possibile il controllo ferreo sulla popolazione che vampirizzano. Curioso che in una ridicola presentazione del rover cinese si veda un’esplosione atomica proprio sopra l’Europa.

04/12/18

Il Recinto dei Vampiri


Il recinto nel quale conduciamo le nostre esistenze è una struttura multilivello, di progettazione millenaria, arguta e ben dissimulata. Cominciamo a descriverlo dall'inizio, per punti, partendo dalle origini:

l'URBANISTICA e la TOPONOMASTICA - il segno a terra che distingue l'ambiente urbano da quello primigenio è il primo sigillo, il confine del recinto che delimita le zone di influenza e predazione dell'essere umano, degli animali e dell'ambiente. Subito a seguire si avviano le procedure toponomastiche, essenziali per inserire dei punti riconoscibili nel recinto fisico. Ovviamente sia il confine che i nomi dei luoghi rispondono a dei precisi canoni e disciplinari magici.

Al secondo livello inserirei il SENSO DELLA COMUNITA' - il motivo per il quale una comunità sta insieme, l'obiettivo ideale che si pone, i nemici dai quali deve proteggersi, la sua mission. Si tratta ovviamente di valori posticci e banalizzati eppure essenziali per rendere il recinto più efficace.

Al terzo posto inserirei la LEGGE DEL LAVORO - essa descrive il funzionamento basilare delle relazioni individuali e verso le autorità (che per inciso, da sempre non lavorano!). Alla legge del lavoro capestro, si associano ovviamente le parole salario, signoraggio, denaro, schiavitù e soprattutto la SCANSIONE DEL TEMPO, un elemento essenziale del recinto. Basti pensare alla scansione settimanale oppure alle feste comandate (appunto, comandate!).


Al quarto livello inserirei lo SCENARIO DELLA SCIENZA - quell'insieme di precetti accademici che rende l'azione di governo spalleggiata e necessaria in nome della scienza (fino a pochi decenni fa dalla religione). Il supporto scientista al potere è essenziale per giustificare le peggiori nefandezze contro la popolazione, basti pensare alla violenza delle vaccinazioni oppure alle mostruose operazioni di avvelenamento dei biomi in corso.

Quinto livello: i MEDIA - i mezzi di persuasione di massa (cinema, TV, web, radio, PC, ...) servono a cementare e rendere ridondante il mantra del recinto. Occorre ripetere il messaggio ipnotico sempre e dovunque per evitare che qualche anima si risvegli e comprenda l'inganno. Ovviamente la musica POP e gli sport di massa (calcio in primis) sono parte fondamentale dell'ipnosi radioattiva.

Sesto posto: le ESIGENZE INDOTTE - occorre insinuare nelle genti delle necessità che necessità non sono per renderle schiave di se stesse. Ove non sia possibile rimediare con il cibo, possono essere utili le droghe. L'escalation di esigenze indotte permette inoltre di ripulire per bene la popolazione dei suoi risparmi, creando il giogo del debito.

Infine vorrei citare gli STILI DI VITA - una bella trappoletta moderna che porta il singolo ad identificarsi con un gruppo di suoi simili su di una base puramente effimera e materiale. Si crea un'identità di gruppo ovviamente a tavolino e la si propone come indispensabile, corretta, intelligente e soddisfacente. Si tratta invece di una manovra oppressiva e subdola, capace di irretire miliardi di persone nel pianeta.

Il recinto continua ad espandersi e rinnovarsi. E' un programma creativo ed auto-apprendente. Ove percepisce fughe di 'pecorelle' provvede subito a porvi rimedio. Sta ad ognuno di noi scardinarne l'esistenza. Buon lavoro.


01/12/18

Verso la Dissoluzione della Chiesa di Roma


LA “RISPOSTA” DEL VATICANO ALLA NOSTRA ESTINZIONE

Maurizio Blondet - “Davvero simbolico il video proiettato sulla chiesa di Santa Maria della Minerva per concludere il Sinodo della Gioventù: la chiesa (o piuttosto la Chiesa?) viene scoperchiata, poi demolita, infine dissolta...”, mi scrive il lettore Alberto Piccoli.  È accaduto a fine ottobre ma m’era sfuggito, perché ormai distolgo il pensiero e lo sguardo dal Vaticano occupato dalla junta sudamericana, come si deve fare per non guardare la madre fattasi, a tarda età, prostituta del “Mondo”. Il video è qui e non richiede commenti:


l’articolo completo QUI