27/06/17

Sul fallimento delle Banche



paolofranceschetti - Ricapitolando la questione del fallimento delle Banche Venete possiamo riassumerla cosi: le banche falliscono. Lo stato (che non trova soldi per terremotati, enti locali, per rafforzare polizia carabinieri, magistratura e che taglia ovunque) interverrà a salvare l’ente creditizio. Intesa San Paolo invece acquisterà le banche venete, al prezzo simbolico di un euro, per “salvare” la banca dal fallimento.

Da dove prende i soldi lo stato? Dalle banche, che presteranno i soldi necessari allo stato. Quali banche? La BCE. Ma la BCE da chi è formata? Dalle banche centrali. E le banche centrali da chi sono formate? Dalle banche private. Ad esempio in Italia chi detiene la maggior parte delle quote sociali della Banca d’Italia è Intesa San Paolo. Che è pure l’acquirente delle banche venete. E che quindi indirettamente presta anche i soldi allo stato.

Nel frattempo, in Spagna, fallisce il Banco Popular, che viene acquistato dal Santander. Stessa operazione. Stessa cifra simbolica di un euro, identica motivazione: salvare la banca dal fallimento. Il disegno finale è chiaro: si vuole creare col tempo un’unica banca in mano a un soggetto unico. Il motivo, è facile intuirlo.


freeskiesIl fallimento di una banca dovrebbe rinvigorire l’economia reale perché una banca, in fin dei conti, è un parassita dell’economia. La banca presta soldi per far fare impresa lucrandoci sopra, ben coperta dalle mille garanzie che esige. Rischia poco o niente e lucra da ogni attività che richieda scambio di denaro. Il denaro è privato e se lo stampa da sola. Ergo: la banca è un parassita dell’attività umana, se quest’ultima viene tradotta in denaro, mercificata, quantificata.

Se una banca fallisce, nessuno dovrebbe esigere la restituzione dei crediti, ed invece la banca viene acquisita da un’altra banca che riscuote per suo conto: perché? Morto il creditore, senza eredi, il debito è estinto, o no? No, viene traslato ad altro istituto per simpatia. Ecco perché lo stato ‘salva’ le banche: per non lasciare i debiti inevasi e mantenere quindi il giogo finanziario sulla popolazione.

Annichilire l'economia: obiettivo raggiunto!


adnkronos - Sabato prossimo, per effetto del decreto fiscale 193/2016, Equitalia viene soppressa. Tutti i rapporti pendenti, comprese le cause in corso, si trasferiscono all'Agenzia delle Entrate-Riscossione. Tra le novità poi spicca il potenziamento delle modalità di riscossione del nuovo ente, che avrà più poteri rispetto a Equitalia: il decreto consente infatti all'Agenzia delle Entrate-Riscossione di utilizzare banche dati e informazioni già in uso all'Agenzia "anche ai fini dell'esercizio delle funzioni relative alla riscossione nazionale". Questo significa che esisterà una continuità nei crediti, poiché il cambio di soggetto non cancella il debito.

freeskies - Ormai l’abbiamo capito: la tassazione brutale che subiscono i cittadini italiani (quelli onesti perché i malfattori continuano a godersela imperterriti) non serve a far funzionare la ‘macchina’ dello stato ma a deprimere l’economia. La tassazione serve a distruggere la piccola e media impresa, facendo crollare la domanda interna.


La soppressione di Equitalia è solo un mezzuccio propagandistico ed un escamotage per non doverla far fallire, riversando i crediti sull’agenzia delle entrate che ha maggiori poteri di riscossione e non può fallire perché statale.

Dobbiamo ammettere che l’obiettivo è stato raggiunto. L’Italia langue in un cantuccio, la popolazione è povera e disperata, fare impresa (in Italia) è ormai considerato una patologia psichiatrica. Quel recinto artificiale in mano ai privati mondialisti chiamato Italia è ora utilizzato per strozzare la popolazione, depredare l’economia ed annichilire l’ambiente.

25/06/17

Una cittadella autosufficiente (su Marte)


Una cittadella ad energia solare, disposta sul territorio marziano, collegata a Terra con una notevole parabola per telecomunicazioni. Diversi volumi architettonici, con cospicui sistemi di trattamento dell’aria ed estese superfici di pannelli solari, collegati tra loro tramite stradine sterrate e cablature sospese. Su google Mars c’è anche questo.

Non sappiamo se si tratta di una presa in giro (un fotomontaggio?), il link però è autentico. Vedere per credere, comunque sia un’ottima ricostruzione di come potrebbe essere un abitato pioneristico sul pianeta rosso (che poi rosso non è).

L'ideologia (errata) della Natura Perfettibile


Qual è l’ideologia sottesa alle vaccinazioni forzate, alle manipolazioni genetiche, alla psichiatria, alla geoingegneria clandestina, alla medicazione compulsiva, all’antropizzazione selvaggia sino alla chirurgia plastica?

Il concetto che la natura sia perfettibile perché in essenza difettosa, imperfetta, insidiosa, inaffidabile, incompleta, autodistruttiva. Peccato che a quella natura tanto deprecabile dobbiamo tutti la vita: l’unico elemento ancora non manipolabile dai tecno-satanisti al potere.


Il concetto di natura perfettibile è ovviamente una copertura per manipolare la biosfera senza che nessuno se ne accorga ed anzi, con l’appoggio di un grande strato della popolazione umana, quello imbonito dai media di regime, quello programmato da un sistema educativo fallace, quello corrotto dalle miserande lusinghe materiali effimere.

Ecco perché gli stati si sperticano pur di iniettare veleni alla popolazione da loro controllata. Vogliono imprimere nella mente di ognuno il concetto alla base della loro stessa esistenza: occorre intervenire sulla natura perché è insidiosa e pericolosa.


L’essere umano (parte di quella natura perniciosa) sporca, si ammala, si azzuffa ed allora per fortuna che ci sono gli stati e le corporation (divinizzate) che tutto controllano, aggiustano e manipolano dall'alto … per il bene collettivo, s’intende!

La siccità assassina è colpa dell’uomo che inquina: sporcaccione! Le malattie sono dovute dall’uomo che non si vaccina: egoista! Ed allora per fortuna che dall’alto vengono imposti diktat funerei per correggere il correggibile, sanare il sanabile, manipolare ciò che deve essere manipolato. Le chiese avevano per millenni svolto questa funzione manipolatrice, evidentemente oggigiorno improponibile.


Per fortuna allora che esiste la Melinda e Bill Gates foundation che promuove gli ogm e le vaccinazioni di massa in Africa! Per fortuna che c’è Al Gore che ci ammonisce dal surriscaldamento globale! Ed infine, un plauso alla Lorenzin che inietterà tonnellate di veleni (terapeutici e profilattici) nei nostri corpi difettosi, imperfetti, strutturalmente tendenti alla malattia. 

Se ci pensiamo bene, è lo stesso motivo per cui i colpevoli degli orrendi delitti esoterici di matrice stregonesca (quelli ben amplificati dai media di regime) sono sempre attribuiti agli strati più 'bassi' della società: contadini, custodi, muratori, operai ... gli strati alti godono infatti di un'immunità piramidale, per non incrinare il sistema di controllo e spengere sul nascere eventuali movimenti insurrezionali provenienti dal basso.

Ai manipolatori: grazie. Grazie per volerci trasformare così:

24/06/17

Sul famigerato decreto Lorenzin/Mattarella


Il famigerato decreto sulle vaccinazioni forzate Lorenzin/Gentiloni/Mattarella è improprio, illegittimo ed incostituzionale. E’ improprio perché come decreto, non sussistono le motivazioni emergenziali per giustificare l’uso di tale dispositivo. E’ illegittimo perché promulgato da un governo dichiarato illegittimo addirittura dallo stesso Mattarella quando presiedeva la corte costituzionale. E’ anticostituzionale perché è previsto il rifiuto di cure mediche da pazienti o da chi ne ha potestà addirittura dalla carta dei diritti dell'uomo.

Il concetto di salute infatti è sfuggente. Chi e perché può dichiararsi sano? Chi può definire il concetto di salute sia fisica che mentale? L’omologazione ad una serie di parametri bio-chimici non significa infatti essere in salute oppure rappresentare o meno una minaccia per la collettività.

Lo stato non può valicare il confine dei corpi e della volontà degli individui. Purtroppo lo sta facendo troppo spesso, soprattutto nel nostro ex-paese. La tassazione brutale (una delle più alte e complesse del pianeta Terra) ne è un infame esempio, assieme alle scie chimiche ed a tante altre forme subdole di inquinamento intenzionale della biosfera e distruzione dello stato sociale.

Crediamo quindi che ogni genitore o tutore possa procedere giudizialmente contro questa imposizione di legge, uscendone vincitore. Prevediamo una sequela di provvedimenti giudiziari che impediranno di fatto l’imposizione vaccinale e costringeranno il governo a ritirare l’infame decreto. Intendiamoci ... il microchip a bioenergia ce lo impianteranno lo stesso, rendiamogli però la vita un pò più dura! Ci chiediamo infine perché Mattarella lo abbia firmato. A voi la risposta.