31/12/14

Avanguardie Arcontiche

 
 

Quanto più mi addentro nell’eccentrica narrazione del Gran Maestro del GOD (Grande OrienteDemocratico) Gioele Magaldi, tanto più affiora in me un sapore amaro. Le ricostruzioni del Gran Maestro sono senz’altro attendibili e documentate, le cause degli eventi sviscerate e circostanziate, i nomi dei ‘grembiulati’ potenti e famosi fatti con generosità e chiarezza. Ciò che però rimane della copiosa documentazione è una netta sensazione di ‘deja vu’ dalle atmosfere gnostiche: la realtà è gestita da pochi personaggi aggregati da osservanze discutibili per finalità deleterie. Vi sembra una novità tutto ciò?

Conoscere le appartenenze inconfessabili del nostro attuale presidente della repubblica (superloggia conservatrice transatlantica ‘Three Eyes’) oppure del presidente della BCE (dal nome tragicamente evocativo) oppure di Barry Soetoro (alias Barack Obama – superloggia ‘Maat’), non aggiunge nulla o quasi a chi si era già reso consapevole delle azioni del Demiurgo e dei suoi Arconti malevoli.

Devo  aggiungere però che il libro ‘Massoni’ di Magaldi offre comunque un quadro esauriente e storicizzato delle vicende terrene degli ultimi secoli, con una dovizia di particolari che permette una ricostruzione completa e ragionevole della cosiddetta storia moderna e contemporanea. Una lettura senz’altro utile, effettuata per la prima volta dall’interno di quelle strutture di potere occulto ed antidemocratico che insistono feralmente sul nostro martoriato pianeta da secoli se non millenni.

La storia personale di Magaldi poi fa di lui un confratello atipico, libero ed indipendente che ha sacrificato il mero potere per istanze un poco più elevate, seppur rimanga sempre un massone, ossia una persona che ha aderito, chissà perché, ad una congrega occulta e strampalata che ha come unica ragione d’essere la cospirazione, la speculazione improbabile ed il potere.

La Massoneria poi prende le mosse dal Tempio del mitico Re Salomone (ogni loggia è infatti un piccolo tempio di Salomone in miniatura). A Salomone sono attribuiti i libri di evocazione ed invocazione demoniaca conosciuti come ‘Goetia’ o ‘Clavicola Salomonis’ … dobbiamo dedurre che la massoneria sia quindi un’organizzazione che ha come finalità pratiche stregonesche e che abbia a che fare con i demoni? Singolare poi che il Gran Maestro scriva di se stesso in terza persona ... come Giulio Cesare!

Quanta miseria umana emerge dai suoi racconti, quante energie gettate al vento dell’arrivismo, quanta perversione attorno e per il potere! Quanto ‘nulla’, quanta mancanza di anima!

Questa ossessione per il potere ed il controllo della razza umana è una costante desolante della nostra storia. Gestire le società degli uomini è evidentemente un desiderio incontrollabile dei perversi del potere che agiscono vigliaccamente nell’ombra, umani o pseudo-umani che siano. Nequizie di ogni genere autorizzano la gestione terrena e ne danno auto-convalida presso quell’accozzaglia di gente miserevole che sono i potenti d’oggi (quasi tutti), del passato e, temiamo, anche del prossimo futuro.

Finché il culto della personalità non verrà abbattuto, si continuerà a perpetuare il dominio di questa genìa funesta, di queste mani avide di manipolare il prossimo, caratterizzate da insensibilità, durezza d’animo e spietatezza. Questo è il potere terreno, queste le finalità di questa gestione … quanta miseria!

Superare d’un balzo le avvilenti vicende di questi veri poveri di spirito, aiuta a scrollarsene dalle spalle il peso assieme a secoli di ingiustizie. Anche il cosiddetto progresso, elargito dall’alto per mani occulte, è quindi un dono da ritenersi posticcio ed ambiguo? Un’arma a doppio taglio? Sono sempre più convinto infine che le congreghe (tutte le congreghe: religioni, mafie, club e massonerie varie) siano solo 'braccia' operative di voleri superiori realmente occulti.

Per fortuna, l’anima si bea solo di un sorriso, del vagare incerto di una foglia che cade, del suono che fa una goccia d’acqua nel confondersi in un lago notturno, della sfumatura sorprendente ed imprevista di un’ala di una farfalla. Per fortuna.
 

Nessun commento:

Posta un commento

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG