06/06/15

La Cospirazione della 'Terra Piatta' - Documentario

 
 
 

12 commenti:

  1. Se veramente l'universo è una sorta di ologramma, in realtà è tutto bidimensionale, con la percezione della terza dimensione come inganno neuro-percettivo. Allora tutto il cosmo sarebbe piatto. Si possono estendere i dubbi circa la Terra all'universo intero?

    Ciao

    RispondiElimina
  2. Scrivevo tempo fa.

    "Si disquisisce spesso di quarta dimensione e di altri misteriosi livelli di realtà, dimenticando che anche la terza dimensione, la profondità, presenta lati interessanti da indagare. La profondità prospettica, lungi dall'essere inerente alle cose, è una creazione della mente e dell'occhio: è noto che i bimbi hanno una visione prevalentemente bidimensionale che progressivamente evolve in una tridimensionale. Gli oggetti distanti appaiono più piccoli rispetto a quelli vicini, mentre le linee convergono verso punti di fuga, a causa di un processo percettivo (mentale e retinico), ma anche culturale.

    Non si può escludere che, esistendo un parallelismo tra sviluppo ontogenetico (dell'individuo) e storia filogenetica (dell'umanità come specie), gli uomini dell'antichità e del Medio evo tendessero a rappresentare la natura in modo tanto singolare all'occhio di noi contemporanei non solo a causa del rispetto di particolari codici iconografici, ma anche perché vedevano il reale in maniera non del tutto prospettica o, meglio, secondo una prospettiva di tipo differente da quella geometrica elaborata nel Rinascimento specialmente da Leon Battista Alberti e da Filippo Brunelleschi.

    Ricordando che la percezione si situa in un punto di confluenza tra modelli psichici e culturali da un lato, (Vedi Percezione e realtà), fenomeno dall'altro, si comprende perché gli Egizi rappresentassero uomini e dèi con una molteplicità dei punti di vista (occhi e busto dipinti frontalmente, arti in movimento di lato), secondo un canone in parte ripreso dal Cubismo.

    Si capisce anche per quale motivo l'arte medievale privilegiasse la prospettiva gerarchica in funzione ideologica, laddove l'arte rinascimentale si incentra su una raffigurazione con uno spazio scandito in piani geometrici di profondità, creando una dimensione mentale abbinata ad un'illusorietà realistica. Il realismo della pittura tra XVI E XVI secolo è spesso apparente, in quanto lontano dalla rappresentazione ottica degli antichi, scevra di fattori razionali, astratti. Ecco perché, ad esempio, le opere di Piero della Francesca, nel loro disegno delle cose e delle figure, si trasferiscono in un'atemporalità, in una dimensione sospesa, quasi irreale.

    Mutatis mutandis, i videogiochi più avveniristici, per la verosimiglianza di immagini, movimenti, colori, ombreggiature..., tradiscono, nella loro esibizione di realismo, una fredda, astratta mancanza di naturalezza, per due ragioni principali. In primo luogo, i programmi che generano questi videogiochi definiscono una successione di piani geometrici-razionali, inoltre questi mirabolanti mondi virtuali stimolano ed enfatizzano solo il senso della vista, tra tutti i sensi il più mentale. Odori, sensazioni tattili e gustative sono assenti, mentre quelle acustiche sono appendici delle immagini.

    La riflessione sulla tridimensionalità, oltre a rivelarne il carattere intellettuale, ci induce ad ipotizzare che la mente possa formarla sulla base di una storia archetipica, in correlazione ad istanze eterogenee (biologiche, percettive, ontologiche…).

    Dunque forse non solo l'osservatore consente al fenomeno osservato di collassare in un particolare stato dell'essere, ma, nel momento in cui lo percepisce, lo plasma, secondo una peculiare modalità formale".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Zret, credo che l'enigma si risolva a livello percettivo. Ho osservato le navi al cosiddetto 'orizzonte' e si vede benissimo la loro linea di galleggiamento (ne pubblicherò a breve) ben oltre i fatidici 5 Km. Credo anch'io che ci sia a monte un problema percettivo. Sembra infatti che l'orizzonte si configuri non appena solcato da un elemento riconoscibile. In un qualche modo non è fisso ma si associa all'utilità dell'osservazione. Molto appropriatele tue riflessioni sull'uso della prospettiva nella pittura. Ciao

      Elimina
  3. daccordo...ma allora le arance dovrebbero essere piatte...le mele? l'uovo? la nostra capoccia è sferica...le patate pure hanno un loro volume...forse la terra è più simile ad una patata che non ad una biglia...ma come si fa ad asserire la piattezza del pianeta quando ogni cosa è correlata ad un altra? la sfericità è palese il fatto della curvatura dell'orizzonte poi andrebbe risolta indagando le proprietà "sottili" dell'atmosfera - che è una lente - sui cui viaggiano le immagini...trovo balzana questa teoria come l'altra di Fomenko che vuole datare Pompei all''anno 1500 dopo Cristo...pop-storia...non convince nemmeno troppo la Conforto la sua teoria dell'universo ologramma...o che la luna sia artificiale...e simili...di reale c'è solo l'abissale crisi epocale e noi che nelle sue profondità balbettiamo la nostra timida costernazione pressoché ciechi...di reale c'è solo il senso di un intima sconfitta o il risorgere della determinazione primordiale...altrettanto cieca ma luminosa esaltazione della propria presenza...peraltro insignificante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è proprio che la 'sfericità' non è per niente palese! Semmai è vero proprio il contrario. Sulla Luna esistono troppe incongruenze astronomiche e fisiche. Vedi infine il mio commento sopra. Ciao

      Elimina
  4. Questo, https://youtu.be/oNs4Byu3xOM, ammesso che non sia una mistificazione, macchinazione di qualche tipo, mi sembra illuminante. Una cosa è certa senza esperienza diretta la nostra mappa del territorio si forma solo per passaparola (un passaparola tecnologico ma sempre passaparola).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi diletto ancora ad osservarla la realtà, seppur con i miei modesti mezzi intellettuali e materiali. Sprono tutti a farlo, senza preconcetti. Si scoprono aspetti incredibili che non sono di dominio comune. Ciao

      Elimina
    2. P.S. Bel video Fabio, grazie per averne fatto menzione. Ciao

      Elimina
  5. Se la terra fosse piatta:

    1) Dovrebbe avere un bordo lungo decine di migliaia di chilometri. Come mai nessuno in tutta la storia è mai arrivato lì a filmarlo o fotografarlo? Cosa vede chi arriva al bordo?

    2) Sarebbe quindi un grosso disco, cosa c'è sotto sul lato opposto del disco? Mi spiego meglio se la terra è una immensa moneta cosa c'è nel lato opposto della moneta? Come mai nessuno ci è mai arrivato?

    3) Come mai ci sono voli diretti tra l'Argentina, il Sudafrica e l'Australia e non durano più di quanto dovrebbero durare ordinariamente con la terra sferica?
    Ecco solo un paio di esempi: http://bit.ly/1QK2PyT

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo i 'terrapiattisti' il muro di ghiaccio che contiene gli oceani è l'antartide che non è un continente ma un anello. Sulla questio n.2 i teorici della terra piatta si rifanno alle cosmologie orientali. Sul numero 3: dove sono i voli che dici? Dopo ore di osservazione su flight radar non ne ho visti nemmeno uno!

      Elimina
  6. i Terrapiattisti? un esercito di internauti e troll pagati e strapagati dai cospirazionisti nwo di ogni stato per creare confusione e conflitto fra le genti. DIVIDI e IMPERA, è il motto massonico per governare le masse, prima ponendole nel caos, e poi offrirsi con una soluzione. Già efficacemente messo in atto con conflitti religiosi, etnic, territoriali, politici e bellici. Sono LORO che hanno avuto l'idea di reinventarsi la medioevale Terra Piatta, so LORO che hanno creato società teosofiche sulla terrapiattismo, sono LORO che hanno reclutato centinaia di persone cerebralmente manipolabili e culturalmente manovrabili, e lo continuano a fare con il DENARO. Nel 90% dei casi, i video di costoro hanno commenti disabilitati per evitare di ESSERE SMASCHERATI o essere messi in difficoltà, mentre gli altri che seguono con altri video, sono semplicemente degli sciocchi caduti come dei fessi nell'inganno. Sappiamo bene che il nostro beneamato pianeta è una sfera leggermente schiacciata ai Poli, e che questo è l'ennesimo stratagemma per il CONTROLLO MENTALE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può darsi. Sono sempre loro però che si sono inventati quella colossale beffa del programma spaziale della NASA (National Agency of Space Actors), sbarchi lunari e robottini marziani compresi.

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG