09/02/16

Un Problema Percettivo?

 
Alcune immagini per riflettere sulla mancata percezione della curvatura terrestre e sul mancato affondamento degli oggetti lontani, dietro la curvatura dell’orizzonte. La percezione, notevolmente adiuvata in questi ultimi anni grazie alle tante ricerche nel settore dei palloni sonda e dei droni ad alte prestazioni, sembrerebbe non confermare la presenza della curvatura terrestre che dovrebbe invece apparire facilmente dato il relativamente ridotto raggio medio terrestre. Dov’è la verità?
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

9 commenti:

  1. Planet X illuminato fa bella mostra di sé

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se così fosse, dovrebbe essere o autoilluminante (perché stazionante tra la Terra ed il Sole) oppure al di là del Sole ... chissà? Oppure è solo un problema percettivo? Ciao

      Elimina
  2. non capisco come si giustifichino i fusi orari con una terra piatta. chi lo sa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella della 'Terra Piatta' è un'ipotesi, come ne esistono altre, che cerca di rispondere ai tantissimi quesiti che emergono dal riscontro delle tante anomalie della 'teoria ufficiale', quella eliocentrica. In base a questa ipotesi, le migliori ricostruzioni astronomiche sono, a mio parere, state fatte da Eric Dubay e sono leggibili nel suo blog o, ancora meglio, nel suo nutrito canale Youtube (fusi orari compresi). Ti anticipo come i fusi orari siano parte delle sue dimostrazioni. Qui il link, ciao:
      http://www.atlanteanconspiracy.com/

      Elimina
    2. mi pare di leggere argomentazioni molto simili a quelle di combrette http://crombette.altervista.org/index.htm

      Elimina
    3. Occhio che su questo tema assai spinoso sono accorsi in fretta i subumani della disinformazione!

      Elimina
  3. diciamo che combrette prevede un sistema si geocentrico, con distanze mi pare simili a quelle citate nella ipotesi di terra piatta, ma ipotizza una terra tonda.
    detto questo il modello cosmologico è sintetizzato bene da una figura con il sole e la luna opposte e con il sole che illumina il disco terrestre come un faro producendo un'area illuminata circolare. Questo spiegherebbe i fusi orari.
    Un tale modello cosmologico è talmente semplice rispetto complessissimo modello delle teorie cosmologiche moderne (che trovo anch'io folle, per inciso) che un pò disorienta.
    La terra e l'uomo tornano al centro delle creazione, ma più che a un Dio creatore, questo modello mi fa sentire un topo di laboratorio rinchiuso in una scatoletta ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra un uomo difettoso ma di origini 'divine' (seppur confinato in un megalaboratorio) o una scimmia evoluta su di un sasso a zonzo in un cosmo vuoto, cosa preferiresti? In effetti la teoria 'terrapiattista' e geocentrica è di una semplicità disarmante ... e funziona pure! Tra l'altro spiega con facilità le numerose anomalie lunari.

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG