04/10/15

Mars Attack!


A DESTRA, IL VERO ASPETTO DI MARTE
 
Negli ultimi tempi, si parla molto del pianeta Marte. Sarà perché siamo alla fine del Kali Yuga, l’età del ferro, che vede guerre e tribolazioni infinite, di cui Marte è promotore da sempre, o forse perché ogni tanto è bello ed utile alzare lo sguardo al cielo, al cosmo infinito, dimenticando le afflizioni che subiamo, cercando di scorgere un paradiso lontano nel tempo e nello spazio, ben oltre il filtro mortale delle scie chimiche.

Marte quindi! Non sappiamo ancora nulla della Luna, il nostro fantomatico satellite a poca distanza da noi che si guarda al lontano Marte. Preparativi febbrili in alcune sedicenti agenzie spaziali, con equipaggi raccogliticci, provano le resistenze umane al lungo tragitto che occorrerebbe per raggiungere il pianeta della terra promessa.

L’uomo non può uscire dalla fascia protettiva del campo geomagnetico terrestre. Sarebbe esposto alle letali radiazioni del sole. Inoltre, nel cosmo insistono variazioni enormi di temperatura. Questi sono i motivi principali per cui le missioni spaziali non sono state e non potranno essere.

Tanto vale immaginare quindi. Siccome però le agenzie spaziali conoscono bene l’impossibilità di raggiungere lo spazio, dobbiamo chiederci quale sia il motivo per questa ennesima messinscena ‘spaziale’ in corso.
 
 
Data l’attitudine della NASA (National Agency of Space Actors) a mentire, dobbiamo cercare di ricostruire l’iter della decisione di propagandare un futuro possibile viaggio umano su Marte.

Propaganda Spazialea poco a poco, il pianeta arido ed 'inabitabile' è divenuto invece abitabile e pieno d'acqua! Che cambiamento!

E’ possibile che esistano varchi dimensionali od altre possibilità nascoste per raggiungere il pianeta ‘rosso’ (che poi rosso non è mai stato, altra fandonia ...), resta il fatto che con la visione della realtà ‘cartesiana’ che possediamo adesso, non sia possibile neppure ipotizzare tale avventura spaziale.

La frontiera marziana quindi appare come l’ennesimo traguardo posticcio di un progresso che non è mai esistito. La necessità di scandire il tempo storico è talmente forte per i burattinai che li costringe ad inventarsi di volta in volta nuovi traguardi immaginari: lo spazio, la Luna, Marte … sarà poi la volta di Venere e Europa? Godiamoci comunque lo spettacolo, ricordando che si tratterà, come al solito, solo di una deludente ‘fiction’.
 
 

4 commenti:

  1. "National agency of space actors" è bellissima. Mi chiedo se i vari presunti artefatti scoperti su Marte non siano altrettante fandonie. L'astronomia è diventata tra le discipline più ambigue ed inafferrabili. Anche l'insistenza sulla materia oscura potrebbe essere una mistificazione.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto tutto, le risate in primis, ma per quanto riguarda la materia oscura, c'è da dire che si tratta di un costrutto teorico, creato sì dall'uomo, ma solo perché altrimenti non sarebbero tornate le leggi di gravitazione universale. Cioè, facendo i calcoli con la sola materia visibile, misurabile abbastanza accuratamente con le moderne strumentazioni, viene fuori che le galassie non potrebbero stare neppure insieme, si sgretolerebbero. Quindi si è tirato in ballo il concetto di materia oscura, attribuendole il valore che fa tornare le equazioni. Comodo no? Discorso analogo per l'energia oscura, che - senza spiegare nulla - dà un'apparente giustificazione al fatto che l'universo non si espanda in assoluto, ma 'a grappoli' di galassie. Quello che sarebbe invece interessante approfondire è il concetto di antimateria.. Solo che qui la fiction dovrebbe lasciare il posto a una vera scienza esoterica. Non sia mai...
      Ciao

      Elimina
    2. Astrofisica e Sceneggiate Spaziali sono due aspetti di quei territori incontrollabili, in mano a pochissimi elementi. Chi può solo immaginare infatti, ad esempio, quale sia il vero scopo della 'macchina più grande mai costruita dall'uomo', ossia l'LHC? Un contesto segreto che vede la NASA in veste di banditore ufficiale, di creatore di scenari, tanto realistici quanto posticci. Ciao

      Elimina
  2. E vai anche con l'inutile e sciachimista mattone (rigorosamente rosso) di ridley scott, the martian, una vera palla.

    RispondiElimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG