05/11/15

Cronachette da una Dittatura Annunciata


 
Cronachette da una Dittatura Annunciata: Marziani a Roma!

Ho atteso qualche giorno prima di scrivere queste mie riflessioni sul caso Marino (alias: il Marziano) e Vatileaks, affinché gli aspetti più anomali dei questi due ‘casi’ politico/criminali consumatesi nella Capitale, si chiarissero meglio.

Marino è stato allontanato con la forza, dal suo ruolo istituzionale, da una casta di potere che domina la scena romana (e non solo) da sempre. I nemici di Marino sono stati, in ordine sparso: il Papa (capo assoluto della Chiesa Cattolica di Roma), i Casamonica (famiglia romana di origine zingara impelagata in episodi di malavita), il suo stesso partito (l'oramai famigerato partito Demon-Cratico), il Governo centrale italiano (illegittimo e composto prevalentemente da personaggi non eletti dal popolo), le caste maleodoranti della Polizia Urbana, dell’Atac, del sistema edilizio pubblico e privato, la Burokràtzia comunale e regionale, il Movimento Cinque Stelle, gli appartenenti alla cosiddetta ‘mafia capitale’... tanti nemici, tanto onore!
Dalla parte di Marino invece possiamo contare solo qualche decina di migliaia di cittadini romani onesti. Ma veniamo a Tronca ...

 
 
... i fatti si sono svolti seguendo un tristissimo copione annunciato. Alla guida della Capitale (chiamo così Roma perché nessun italiano faccia l’errore di sentirsi escluso da ciò che accade nell’Urbs) giunge ora un grigio figuro dal nome secco e tagliente la cui prima azione è stata quella di genuflettersi al Papa (un capo di Stato straniero, un dittatore di una teocrazia!) e poi andare a chiedere istruzioni al nostro efficientissimo Presidente del Consiglio, la longa manus di tutta questa situazione.

Ulteriori commenti sono inutili: Marino doveva lasciare perché così aveva deciso la melassa massonica/mafio/catto/fascio/comu/democristiana che detiene il potere da sempre in questo sfortunato paese.

Una riflessione ora sul caso cosiddetto ‘Vatileaks’ (fuga di notizie riservate di carattere economico finanziario dal Vaticano) che ha portato addirittura all’arresto di due figure importanti interne, tra cui un Cardinale. Nella Chiesa Cattolica di Roma assistiamo da decenni alla copertura nei fatti dei cosiddetti ‘preti pedofili’ che non vanno in un carcere duro a vita, come dovrebbe essere, ma vengono solo trasferiti oppure ricondotti ad altra occupazione, in attesa della loro lauta pensione (pagata, come sembra, con l’8 per mille degli italiani!).
 
 
Ebbene, alti prelati macchiatesi di orrendi crimini contro la persona od il patrimonio scorrazzano liberi per il mondo mentre chi osa svelare alcuni aspetti occulti delle finanze vaticane va diritto in galera! Ottimo esempio di efficienza della giustizia interna e chiarissimo esempio di priorità morali invertite con le quali procede la ‘giustizia’ terrena vaticana. Oserei suggerire loro: attenti a quella divina!

Tutto nel Vaticano è invertito da sempre, rispetto ai precetti evangelici che, nonostante tutto e suo malgrado, la Chiesa di Roma è costretta a diffondere per conservare una parvenza di spiritualità nei confronti del popolino suddito. La Chiesa di Roma è uno stato dittatoriale dalle finanze torbide, dal passato indecente e dalle immense risorse terrene che si sognano bene di condividere con il popolino che deve restare in uno stato prono e disperato onde permettere alla gerarchia ecclesiastica, con più facilità, di svolgere il proprio ruolo di pastore di anime, per altro storicamente usurpato.

Quanto dovremo aspettare ancora affinché i suoi sudditi volontari si accorgano di ciò?

Concludo constatando come siamo ormai ben dentro una palese dittatura. Abbiamo avuto 3 governi autoritari ed illegittimi (di cui uno ancora in carica), elezioni politiche truccate ed un Sindaco eletto democraticamente esautorato con la forza dalle sue funzioni. Vorrei far notare che i ‘complottisti’ avevano preannunciato questa deriva autoritaria alcuni decenni orsono; la chiamavano ‘Nuovo Ordine Mondiale’, indicandone le caratteristiche salienti … beh, avevano ragione. Solo che questa dittatura ha un sapore davvero antico ...
 

6 commenti:

  1. ..antico come 'il diavolo'. La corruzione è vecchia quanto l'uomo, ma farne un modello per la società è tutta un'altra storia.

    Interessante anche questo post

    http://nomassoneriamacerata.blogspot.it/2015/06/i-rothschild-controllano-il.html

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, i Rothschild sono i tesorieri del Vaticano! Incredibile, no? Eppure molto coerente ... ciao

      Elimina
    2. Incredibile sì, come venire a sapere che quando Bergoglio era a capo dei gesuiti in Argentina il 60% del patrimonio era investito in fabbriche d'armi.. D'altra parte l'imbonitore è 'amareggiato', quando il marcio viene a galla, se la prendono con Archimede. Ciao Ghigo

      Elimina
    3. Si, è mera propaganda che ha abbindolato anche i più scaltri ... sono molto bravi, con 2000 anni di esperienza ... ! Ciao

      Elimina
  2. Scusatemi se dissento dai vostri commenti ma il vaticano non abbindola solo i più scaltri ma solo coloro che hanno gli occhi foderati.
    La saggezza popolare ci viene in aiuto se consideriamo l'adagio "fai solo ciò che il prete dice ma non quello che fà" a dimostrazione che per chi ha occhi per vedere certe cose sono palesi da sempre.
    Dissento inoltre anche per la descrizione che l'articolo fa del "povero" ex sindaco marino....definire idiota il suo comportamento politico e morale significa avere clemenza, poi definirlo "eletto democraticamente" è un eufemismo considerato il sistema partitico-corporativista utilizzato per la designazione dei candidati prima e per gli scrutini elettorali (siano essi utilizzati per le elezioni politiche che per le amministrative) poi.
    A mio parere è stato sostituito un miserabile soggetto piccolo piccolo con un altro miserabile soggetto piccolo piccolo.
    Un saluto, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel post non c'è alcuna descrizione o giudizio su Marino (il cui operato passerà il vaglio della storia) ma solo una presa d'atto della sua palese estraneità 'programmatica' alla melassa malavitosa italiota che ha governato e governa allegramente il paese da settant'anni a questa parte.
      Vedremo cosa accadrà, intanto quel poco che rimaneva della democrazia è stato archiviato del tutto. Ciao e grazie per il commento

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG