22/11/15

Surrogato Tecnologico - Sostituto Atrofizzato


L'HOMO NOVUS DELL'ODISSEA DI KUBRICK
 
Non possiedo un navigatore e, recandomi in auto un quartiere a me poco conosciuto di Roma per raggiungere l’abitazione di amici, ho sbagliato strada. Nella luce artificiale tremula di quella sera deserta, ho notato un uomo procedere in direzione opposta. Mi sono fermato per chiedergli informazioni: era un grande amico, perso nelle pieghe del tempo e della memoria. Conclusione ovvia: se avessi avuto un navigatore elettronico non avrei incontrato il mio caro amico. 
 

 
 
TOCCANDO I MONOLITI

La tecnologia dei social network, dei sistemi di orientamento e di scambio dati personali, serve a surrogare alcune potenzialità della natura umana, ad annichilirle e cooptarle in un contesto controllabile? Twitter, Facebook e compagnia bella, servono per eliminare la casualità nelle relazioni umane? I cellulari sono mezzi per impedire ed annichilire la comunicazione telepatica? I navigatori sono stati introdotti per atrofizzare la capacità umana di orientarsi grazie a sensibilità perdute nella memoria corta di noi homo sapiens? Le memorie silicee sono surrogati delle memoria collettiva dell’umanità? Gli algoritmi di ricerca sul web sono perniciosi succedanei dell’intelligenza collettiva umana?
 
Si tratta di mezzi tecnologici per annichilire le potenzialità insite nella ghiandola pineale umana? Gestiti ed introdotti da chi?
 

10 commenti:

  1. matematico. da quando c'è il navigatore, ho perso definitivamente il mio già scarso senso dell'orientamento. ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo proprio anch'io che sia vero. Conosco persone totalmente assorbite dai mezzi silicei per le relazioni interpersonali! Nuove esistenze gestite dall'elettronica ... il sogno di ogni burattinaio!
      Questa è la prova che del temuto microchip non ce n'è neanche bisogno!
      Ciao

      Elimina
    2. Ahahaah pure io Pantos, ma una cosa mettiamola in chiaro, oggi che tanta gente flirta in videochat a pagamento: certe cose sono mooolto meglio all'antica :-) Ciao

      Elimina
  2. Mi sa proprio che stiamo assistendo a una svolta antropologica storica. Jules Verne sta ai giorni nostri come i fratelli Andy e Larry (ora Lana) Wachowski si riferiscono in 'Matrix' al mondo di domani. Con la differenza che tutto corre sempre più veloce [singularity], e se il primo anticipò il futuro di parecchi decenni, il domani è invece già qui. Interessante notare da entrambe le parti il riferimento esplicito al 'Grande Architetto', o Merovingio. I collegamenti di stampo 'templare' si sprecano, senza contare che secondo alcuni lo stesso Verne fosse un massone, nonché la simbologia massonica in Matrix (pavimento a scacchiera, i nomi dei personaggi, la nave Nabuccodonosor, ecc.). E' forse tutto già scritto con decenni di anticipo? E noi cosa siamo, un'anomalia di sistema che prende coscienza di se stessa nel quadro generale? O è il progetto satanico di manipolazione della percezione a richiedere in qualche modo - anche subdolo - il nostro 'consenso informato'?

    http://foscodelnero.blogspot.it/2013/02/matrix-andy-e-lana-wachowski-film.html

    http://throughancienteyes.blogspot.it/2015/02/jupiter-lucifer-ascending-harvesting-of.html

    http://www.innertraditions.com/the-secret-message-of-jules-verne.html

    https://fr.wikipedia.org/wiki/Clovis_Dardentor

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo un'anomalia nel sistema? Possibile. Verne era massone ed i suoi romanzi hanno anticipato molti aspetti della realtà attuale. I progetti sinarchici risalgono a molto tempo, sebbene siano attuati con sadica lentezza, attraverso il totalitarismo per gradi.

      Ciao

      Elimina
    2. Il mio timore è quello di incarnare invece una variabile prevista del sistema ... internet (infernet) nasce forse per dare spazio a tutte le possibili variabili in modo da catalogarle e tenerne il conto?
      La matrice templare degli accadimenti è prepotente. Dall'11 di Settembre in avanti, non c'è fatto di sangue che non sia saturo di simbologia templare/sionista/globalista/satanica .
      Ormai non votiamo più, ogni settimana ci giunge una cartella equitalia e l'ambiente è sempre più esausto e depauperato. Gli esseri umani vivono in una 'bolla' silicea, immersi completamente nei loro neri monoliti/cellulari/smartphone ... alla ricerca del loro lato oscuro, di un'anima gemella/gemellata? Ciao

      Elimina
    3. Avete ragione entrambi. Non lo so com'è. Uno può semplicemente esternare dissenso, per ora almeno, negare il proprio consenso a questa bolgia d'ipocrisia. Anche se non servirà mai a niente costa sempre meno che uno psicanalista. E fa meno danni che tornare a leggersi Schopenhauer :)

      Elimina
  3. A vederla negativamente siamo valvole di sfogo di un sistema ben oliato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero Fabio. Approfondire comunque è una necessità primaria. Ciao

      Elimina
  4. Non si riesce più a comunicare vis a' vis. Si costruiscono e rompono amicizie, amori e vite con wuozzap. Non ci vogliono psicologi ma vanga e piccone

    RispondiElimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG