16/11/15

Riflessioni sulla Strategia del Terrore


 
 
 
 


2 commenti:

  1. Vedo 'bene' anche la carriera del giornalista esterno intervistato nel secondo video.. Il problema è che nella bolgia della disinformazione uno che dice la verità passa inosservato o quasi. Di buono c'è che sembrano sempre piú numerose le persone stufatesi di farsi prendere per i fondelli. Sarà sempre meno facile mettere a tacere tutti quelli che si azzardano a usare il cervello con intelligenza e ad aprir bocca con onestà. Bioingegneria permettendo.. Di qui la corsa al transumanesimo? Un esercito di 'stupidi ripetitori' senza piú voci fuori dal coro sembra davvero una priorità per l'establishment. La nebbia, oggi, viene dall'alto... Peró chissà, forse neanche 'il diavolo' riesce a prevedere e controllare tutto. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La confusione semantica fa parte della strategia dei 'registi occulti'. Serve per intorbidare le acque e rendere più difficile distinguere realtà da finzione. Una volta cablato a puntino, l'essere umano non sarà più tale per cui possiamo anche fare a meno di preoccuparci! ;-)
      Queste operazioni invece lasciano trasparire disperazione, pressapochismo e attonita freddezza. Noi umani siamo molto più capaci ed intelligenti! Ciao

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG