25/11/15

Salviamo il Clima?


 
C’è qualcosa di sinistro in questa campagna mediatica del WWF contro i cambi climatici. Innanzitutto, la nota associazione ‘benefica’, occupandosi della salvaguardia della natura selvaggia e non di ambienti antropici, dovrebbe essere contenta (per statuto) e non preoccupata dal riappropriarsi della natura degli spazi a lei sottratti dall’uomo. Associare quindi la rivincita della natura selvaggia alla salvezza dell’uomo è quantomeno discordante. Più che un monito quindi, la campagna del WWF sembra un auspicio: osservare un pianeta senza esseri umani, in cui le tracce della civiltà siano cancellate dall’imperiosa espansione naturale.

Gli elefanti di Annibale hanno finalmente espugnato Roma e scorrazzano per i fori imperiali. Sullo sfondo la produzione industriale mortifera continua a rigurgitare veleni nell’aria e sembra il vero motore di questa desertificazione. Com’è possibile ‘SALVARE IL CLIMA’? Che senso ha questo slogan? Chi inficia ogni giorno da decenni il suo andamento naturale con le radioonde e le scie chimiche?
 

4 commenti:

  1. Il wwf è stato fondato dal marito dalla regina d'Inghilterra, noto amante di caccia a leoni ed elefanti e noto.....per ben altro ancora di indicibile e facilmente documentabile in rete. Anche greepeace risponde (a me personalmente) via mail che le scie chimiche sono condensa di vapore. Legambiente ... lasciamo stare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo quasi soli Pantos in questa lotta ... quanti saremo? Diecimila? Ma gajardi e tosti! Vinceremo noi però perché la verità ha una grande forza sua propria contro cui le cortine fumogene del male nulla possono. Ciao

      Elimina
    2. Sì. Eppoi, vuoi mettere? L'ebbrezza e la leggiadria della libertà non ha prezzo. Il fardello delle catene della schiavitù, sì.

      Elimina
    3. Sono d'accordo, senz'altro. Ciao

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG