12/11/15

Manifesto Onirico


 

onìrico agg. [der. di oniro-] (pl. m. -ci). – Che riguarda il sogno o i sogni, o che avviene, che si manifesta nel sogno: attività o.; la fase o. del sonno; interpretazioni o.; visioni, immagini, scene o.; allucinazioni o.; o, per estens., che ha caratteri analoghi a quelli del sogno; irreale, rarefatto, fantastico: un’atmosfera o., un’esaltazione o.; poesia o.; il sapore o. degli ultimi film di Fellini; stato crepuscolare o.; delirio o., disorientamento della coscienza che si manifesta nello stato crepuscolare onirico, senza distinzione tra fantasia e realtà; fenomeni o. o di tipo onirico. In psicanalisi, lavoro o. (traduz. del ted. Traumarbeit), l’insieme delle operazioni psichiche per mezzo delle quali colui che sogna traduce il contenuto latente del sogno (e cioè i desiderî proibiti che questo tende a esaudire) in un contenuto manifesto, che possa essere accettato e, quindi, ricordato nello stato di veglia.

Scoraggiato, inquieto ed addolorato dall’andazzo generale, mi limito ad immaginare una forza politica con questo sintetico ma entusiasmante programma/manifesto (in aggiornamento ...):

1)      Soppressione di Equitalia e di tutte le agenzie private di riscossione – divieto per tutti gli enti pubblici (e partecipati a qualsiasi titolo) di rivolgersi a strutture private per la gestione economico/finanziaria e per il recupero dei crediti – abolizione dei debiti per il ceto economico basso, riduzione ad un terzo per quello medio, riduzione di un terzo per quello alto.

2)      Tetto massimo per la tassazione complessiva al 30% - oltre tale limite, le imposte si considerano illegalmente emesse.

3)      Uscita graduale dall’Unione Europea e dalla NATO, esenzione da tutti i vincoli derivanti - istituzione di una moneta nazionale sovrana a controllo totalmente pubblico e trasparente – elezione popolare diretta del Direttore Generale della nuova banca centrale (ogni 2 anni).

4)      Elezioni politiche ogni 2 anni, comunali ogni 3 anni, regionali ogni 4 – le elezioni devono essere considerate inderogabili, con date fisse e regole immutabili - elezione nominale diretta dei candidati.

5)      Estinzione dei patti lateranensi e loro successive modifiche (lo stato Vaticano deve essere considerato uno stato estero come gli altri) – abolizione dell’8 per mille.

6)      Acqua, elettricità e linea telefonica gratuita per i possessori di prima casa a reddito basso – divieto di porre imposte di alcun tipo sulla prima casa per i redditi medio e basso - liberalizzazione di tutte le licenze per attività produttive ed imprenditoriali.

7)      Tributo mensile minimo garantito per i singoli od i nuclei familiari senza reddito od a reddito basso (su base Istat: tutti fuori dalla soglia di povertà) - ulteriori agevolazioni per le disabilità - diritto d'accesso gratuito allo studio, medio e superiore - libertà di scelta del metodo di istruzione e della terapia medica (cura) - diritto alla casa.

8)      Demolizione progressiva di tutti gli immobili esistenti (privi di concessioni) entro i 300 metri dai mari, laghi, fiumi e montagne – apertura immediata ed illimitata degli accessi al demanio - annullamento di tutte le concessioni pubbliche di utilizzo esclusivo di beni del demanio.

9)      Elezione popolare diretta dei dirigenti delle Agenzie regionali per l’Ambiente (ARPA) ogni 2 anni – dovere di avvio immediato di procedura di analisi su segnalazione privata – trasparenza totale di analisi, metodo e strumenti di misurazione - fine della RAI come servizio pubblico.

10)    Sottrazione graduale dall’ingerenza statunitense sul suolo patrio – divieto assoluto di partecipare a missioni militari all’estero per qualsivoglia motivazione – abolizione delle specialità militari e delle gendarmerie, soppressione della Guardia di Finanza e dei servizi segreti.

Altre notazioni oniriche da aggiungere?
    

8 commenti:

  1. ergastolo per altro tradimento di tutti i politici che hanno operato per distruggere il paese secondo le indicazioni provenienti dai padroni esteri e banche.

    fucilazione in diretta televisiva per tutti gli imprenditori tipo fiat che hanno usufruito di sgravi e cifre incredibili dallo stato e poi hanno delocalizzato e licenziato.

    fucilazione in diretta televisiva di tutti i personaggi mediatici che da un ventennio hanno instupidito le masse e in particolare gli adolescenti rendendoli innocui e senza valori, mi riferisco ai vari maria de filippi e tutti gli altri finti sorrisi televisivi.

    avrei da legiferare ancora tanto , ma non c'è il tempo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con l'analisi ma ti invito ad immaginare un futuro migliore. Per il passato non c'è più nulla da fare ... colpa anche nostra che glielo abbiamo permesso! Quindi via la rabbia e avanti con il manifesto onirico! Non si sa mai ... ciao

      Elimina
  2. Aggiungerei l'apertura totale dei fascicoli dei servizi segreti degli ultimi 60 anni, l'abolizione immediata dei servizi segreti e la messa al bando di tutte le associazioni segrete che entro 30 giorni dall'entrata in vigore di tali emendamenti non apra i propri archivi svelando intenti e affiliati. Pena di morte per coloro che, a seguito di questo nuovo programma(gruppi eversivi interni ed esterni tipo cia e mossad), creino strategia della tensione attraverso atti terroristici e stragi, cosa purtoppo assai probabile. Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo: abolizione dei servizi di 'intelligence' ... sul passato però soprassederei, non per ignavia ma solo per mantenere il 'manifesto onirico' proiettato verso il futuro. Anche sulla pena di morte glisserei, basteranno una decina di anni ai lavori forzati ... ciao!

      Elimina
  3. Solo una piccola aggiunta: alla fine di ogni legislatura, referendum popolare sul SI' o NO dei lavori forzati a vita per il governo uscente. Quanti si candidano? :)
    Purtroppo nessuno più si ricorda che la democrazia è nata per governare, al massimo, una città. Più grande è il vaso della marmellata, peggio è. Accentrare troppo il potere porta corruzione, disuguaglianze, involuzione. E qui torniamo al referendum.. La pena di morte per uno come Renzi? Non scherziamo. Perché privarci della gioia di vederlo a picco e pala per il resto dei suoi giorni? Questo sì sarebbe interessante al posto del grande fratello.. :D Finalmente un lavoro onesto. E un monito per le generazioni future.
    Peccato che sia solo un sogno, ma a quel punto non servirebbe nemmeno più un ministero della finta giustizia.

    Ritornando invece al girone dantesco dei giorni nostri.. « Ma c’è un’altra etimologia che fa discendere la parola da “cor ruptus”, “cuore spezzato” [...] »

    http://assembly.coe.int/Sessions/Italian/2013/03/1306261000I.htm

    (discorso demagogico ma di per sé valido, pronunciato un paio d'anni fa al parlamento europeo..)

    Cerbero aspettaci, stiamo arrivando! :) Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Onirismo proposto non vuole essere vendicativo ... cambiando il futuro si cambia anche il passato. Creiamo un'eggregore nuova e potente basata sulla capacità immaginifica. Chissà che ... ciao Emanuele

      Elimina
    2. Se si abolissero i servizi segreti, non sarebbero più perpetrati attentati.

      Elimina
    3. Il 'servizio segreto' è un vero ossimoro! Uno stato realmente democratico non ne avrebbe bisogno. Ciao

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG