11/12/15

Trans-Religione



Il perfezionamento dell’essere umano non è in corso. Il DNA infatti è immutabile e le sue sporadiche mutazioni dovute a cause esterne non possono trasmettersi alle generazioni future. L’uomo quindi non può discendere dalla scimmia.

Questo semplice assioma, a cui sono definitivamente giunti i genetisti ed i paleoantropologi più avanzati ed onesti, spazza via per sempre il concetto di evoluzione. Sopravvive invece quello di selezione degli estremi, perché le caratteristiche meno adatte all’ambiente non vengono propagate nella specie.

Ciò premesso, la folle idea di migliorare le ‘prestazioni’ della razza umana si è oggi adeguata ricercando l’implementazione delle facoltà umane con il connubio con l’artificio della tecnologia. L’homo novus, non sarà quindi un mostro di Frankestein ma sarà un cyborg: un insieme di natura ed artificio, in un mix tutto ancora da ideare ed immaginare.
 

A monte di questi deliri c’è una componente mistica rilevante. Se la vita è frutto di creazione consapevole, la sua adesione ad apparati artificiali consentirebbe un’elevazione mistica alla figura del creatore. Si diventerebbe co-creatori con conseguenze difficili da prefigurare. La natura possiede senz’altro un suo codice ancora occulto, l’interazione con questo linguaggio esistenziale ad opera di inserimenti forzosi di fredda materia appare come una brutalizzazione macabra della fonte stessa della nostra vita.

Le tradizioni esoteriche più o meno occulte hanno da sempre avuto come obiettivo il raggiungimento di stati elevati di perfezionamento della natura umana, fino al suo trascendimento misticheggiante.
 

Il transumanesimo quindi è il nuovo occultismo? E’ solo una forma di satanismo luciferino aggiornata ai tempi tecnologici che corrono?

Il falso nitore a cui tendono le nuove forme di pensiero new-age (compresa quella ben dissimulata dell’attuale Pontifex romano) descrivono un pianeta auspicato, abitato da esseri umani neutri eppure esteriormente multicolori, inquadrati in un’ideologia falsa e meschina che non ha risposte per nulla e nessuno se non una qual vaga idea malsana di un ben(mal)essere oppiaceo in una simbiosi molto superficiale con una 'natura' melensa di stampo disneyano.


La nuova ideologia imposta è per ora l’unica possibile. E’ quella dell’ONU, del partito Demon-Cratico, della Chiesa di Roma, del Dalai Lama, dei vertici satanici della Comunità Europea. E’ la stessa del perniciosissimo Bill Gates (e Signora), dei vaccinatori e degli avvelenatori compulsivi del genere umano, dei predatori dei beni privati. Guai ad opporvisi!
 

Questa ideologia presuppone un’obbedienza volontaria basata su di un consenso interiore costruito nei secoli da abili mentitori. Questo è il motivo per cui dobbiamo necessariamente abbandonare qualsiasi certezza esteriore per rifugiarsi nella perentoria luce interiore della verità.

Tutti sono concordi nel ritenere il genere umano su di un bilico. Non è il bilico artificioso dei climatologi prezzolati e neppure quello dei catastrofisti cosmici o bellici. E’ un bilico esistenziale tra una stato di natura ed un altro stato ancora indefinito.

Non conosciamo ancora quello di origine, come fidarsi di quello nuovo? Chi è in grado di anticiparne i contenuti? Chi ha la presunzione di 'giocare' a fare Dio?

Questo passaggio epocale prossimo evoca terrore ed angoscia (fobos e deimos). E’ solo uno spauracchio, una minaccia (oppure una semplice copertura per ben altro tipo di operazioni in corso), o c’è del vero? L'uomo transumano è lo schiavo perfetto? Per servire chi?
 

12 commenti:

  1. il membro del Consiglio Economico e Sociale ONU ha già la risposta
    https://www.lucistrust.org/it
    http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/07/il-lucis-trustlonu-e-il-nuovo-ordine_3.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno bisogno di dirigere il pianeta ... per conto di chi? Un essere umano non può essere (appunto) tanto presuntuoso. Tutto ciò ci dovrebbe far riflettere sulla natura del potere e sulla vera origine e scopi delle organizzazioni mondialiste. Ciao

      Elimina
    2. così sembra.

      P.S. queste foto (in realtà anche in america tempo fa un caso simile) sembrano dare ragione alle tue ipotesi
      http://terrarealtime.blogspot.it/2015/12/due-soli-avvistati-nel-cielo-in.html

      Elimina
  2. Quando ero bambino le mucche vivevano vent'anni e producevano 20-25 litri di latte al giorno. Oggi le mucche ogm, che vengono al mondo grazie a un'iniezione, senza bisogno del toro, di sesso predeterminato (maschio per il macello, femmina per il latte), vivono qualcosa come sette anni ma producono fino a 100 litri di latte al dí. Ora, se al posto del latte mettiamo la nostra energia, e al posto del contadino l'egregora... Possiamo figurarci un'idea di 'evoluzione' che nulla ha a che vedere con gli interessi della razza umana. Qualcosa si evolve, questo è certo: si tratta dell' 'allevamento intensivo'? Cent'anni fa il tumore era una rarità, ora che colpisce una persona su quattro, dove sta l'evoluzione? Il nostro dna in realtà lotta per non soccombere ai veleni in cui viviamo immersi, ma questa sembra non essere affatto una priorità. Ció che conta è che l'allevamento produca sempre di piú, si tratti di vacche, galline, colture o esseri umani. Il mantra è 'crescita'. La deflazione non è contemplata. Gli animali d'allevamento, ormai da decenni, sono frutto di modifiche genetiche e fecondazione semi-artificiale. Alla gallina, per esempio, è stato rimosso il gene che la fa chiocciare. Se vuoi i pulcini te li compri (sempre ogm). Lo stesso concetto vale per le sementi. È forse questo lo sterile futuro dell'homo novus? Lo chiamano anche homo evolutis... Per non parlare della programmazione epigenetica: pur restando invariato il corredo genetico, gli scienziati sono oggi in grado di 'accendere e spegnere' determinate caratteristiche genetiche, gettando di fatto le basi di una moderna eugenetica. Faremo la fine di Prometeo? Ciao Ghigo e complimenti per gli articoli sempre stimolanti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mio parere, i genetisti hanno compreso come il DNA sia molto più complesso di quel che credevano. La cosiddetta 'mappatura' del genoma è, sempre secondo me, un'altra bufala di regime per accaparrarsi miliardi di finanziamenti e tentare di instillare la convinzione che la 'singolarità' sia vicina e che l'uomo sia perfettibile grazie alla tecnologia medica.
      La NATURA per ora resiste ma ... fono a quando?
      Ciao Emanuele e grazie a te per i tuoi graditissimi commenti

      Elimina
    2. A proposito di mucche, ecco quelle con l'oblò nello stomaco ... che orrore!
      http://virtualblognews.altervista.org/mucche-loblo-per-vedere-rumine-nel-stomaco-video/25819347/

      Elimina
    3. Si, mostruoso. Mi domando come si possa mangiare ancora carne rossa dopo queste rivelazioni. E' forse ora che ogni essere umano faccia una profonda analisi personale, sui suoi costumi ed abitudini. Ciao

      Elimina
  3. Sono vegetariano da 3 anni e, seppur con problemi legati a una flora batterica poco adatta alle fibre (e dopo 29 anni a 2 ht di prosciutto, ragu, salsiccia ogni giorno te credo...) sto una cifra meglio. Io dico che bisogna provare, se non altro per sentire quella pace che solo l assenza di carne (questa carne poi è pura infelicita come scrivevano sopra...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso far altro di sottoscrivere. Nascono da qualche decennio bambini che rifiutano la carne e diventano vegetariani già a 5 anni! Il vegetarianesimo è senz'altro un punto d'arrivo di un cammino di rinascita coscienziale. Come si dice a Roma: 'a 'arrivacce! ... noi ce la mettiamo tutta però! Ciao

      Elimina
  4. In linea con questo Tuo pregevole articolo, Ti segnalo il seguente studio che collega giustamente le scie chimiche a tecnologie aliene. Ciao

    http://www.wakingtimes.com/2015/11/18/chemtrails-ets-alien-technology-the-covert-conquest-of-a-dying-planet/

    RispondiElimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG