03/05/17

Smantellare le frontiere per favorire le Deportazioni


L’Europa comincia a rendersi conto che l’aver permesso l’ingresso indiscriminato ed ingiustificato di milioni di deportati possa aver creato gravi problemi di sicurezza interna, la scoperta tardiva dell’acqua calda. Destabilizzare la vita sociale dei paesi europei era uno degli obiettivi principali del piano Kalergi, perfettamente realizzato.

Ora l’unione europea chiede la chiusura dei controlli straordinari di frontiera, impedendo di fatto ai paesi membri di poter arginare in qualche modo a monte il flusso coatto di deportati. Mi chiedo cosa esista a fare un sistema di stati se non è in grado di controllare e gestire le sue frontiere. Perché non chiederne allora l'abolizione definitiva? Ne guadagnerebbero tutti, non solo i clandestini!

L’Europa unita continua a legiferare ed agire contro i suoi cittadini/sudditi. Prima o poi questi ultimi gli chiederanno di risarcirli con un conto assai salato.
   

Adnkronos - Entro sei mesi l'area Schengen di libera circolazione delle persone dovrebbe tornare alla normalità, senza più controlli straordinari alle frontiere interne. La Commissione Europea ha deciso di raccomandare ai Paesi che hanno tuttora in piedi, legalmente, controlli straordinari in alcuni tratti di frontiera (Austria, Germania, Danimarca, Svezia e Norvegia) di rimuoverli nel corso dei prossimi sei mesi.   


La Commissione contemporaneamente, con una raccomandazione, invita gli Stati membri a fare sempre più uso di misure alternative "in grado di fornire il medesimo livello di sicurezza", come controlli di polizia "proporzionati" nelle aree di confine e lungo le principali arterie di trasporto. Diversi Stati Ue hanno fatto uso di questi controlli di polizia intensificati nelle aree di confine (tra questi l'Italia), ma per la Commissione non sono misure che possano essere considerate equivalenti ai controlli di confine: costituiscono invece delle buone pratiche, volte ad affrontare "minacce persistenti e accresciute" alla sicurezza interna.


I controlli in vigore, che dovranno essere via via rimossi entro sei mesi, riguardano l'Austria, limitatamente ai confini con Ungheria e Slovenia; la Germania al confine con l'Austria; la Danimarca (e la Svezia - nde) nei porti che hanno collegamenti marittimi con la Germania e al confine di terra con la Germania.

8 commenti:

  1. La verità è solo questa:
    https://pianetax.wordpress.com/2017/03/23/il-significato-esoterico-del-reddito-di-cittadinanza/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rdc serve per aiutare gli italiani poveri, non certo gli immigrati, ovviamente.

      Elimina
  2. La deportazione di massa e il terrorismo islamico di stato sono le cause che porteranno il sovrastato europeo ad imporre uno stretto controllo della libertà di parola e di movimento. Un po' come è stato per il fascismo, il nazismo e il sovietismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corretto, sono sempre quelli, in fondo.

      Elimina
  3. Si ma perché la si chiama deportazione , se sono loro che vogliono venire qua?

    E non per far il complottista di turno ma questo terrorismo islamico in Europa, non vi sembra strumentalizzato a dir poco??.. Non hanno una sede..tutte quelle macchine e armi non si capisce da dove arrivino..hanno sempre vestiti puliti... Almeno i talebani una volta li vedevi che erano beduini del deserto... Mah'

    RispondiElimina
  4. Gli attentati 'islamici' sono completamente inscenati. Lo scrissi nel 2012 che entro il 2020 ne vogliono fare entrare 10 milioni per creare il 'popolo europeo' esattamente come dopo l'unità d'Italia hanno portato 3 milioni di meridionali al Nord e centinaia di miglia di polentoni al sud. Una volta ho conosciuto una ragazza ucraina un po' scuretta di pelle la quale mi ha detto che i suoi nonni erano kazaki (o simile) mandati da Stalin al nord per mescolare le razze nella ex URSS.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La chiamiamo deportazione perché sappiamo che chi non vuole imbarcarsi sui gommoni viene minacciato armi alla mano. Sappiamo inoltre, grazie ad alcuni reporter inglesi, dell'esistenza di veri e propri campi di concentramento nell'entroterra libico.
      I manipolatori lasciano entrare milioni di clandestini perlopiù islamici e poi mettono in scena attentati di matrice islamica per generare dissonanza, confusione ed infine imporre i loro voleri a piacimento.
      Una volta esisteva il finto terrorismo politico, no? Poi la finta guerra fredda ed ora questa robaccia qui. L'ultima carta da giocare per imporre il loro controllo e dominio, probabilmente, consisterà in una finta invasione aliena.
      Per ora, siamo soggetti ad una vastissima operazione di ingegneria sociale, alla quale partecipiamo comunque, volenti o nolenti.

      Elimina
  5. http://www.byoblu.com/post/video-dal-web/fusaro-vs-friedman-limmigrazione-deportazione-massa-nuovi-schiavi-vecchi-schiavi

    RispondiElimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG