09/01/17

Pane al pane?



Alcune riflessioni circa la cosiddetta immigrazione di esseri umani verso l’Europa. Innanzitutto non si tratta di un fenomeno naturale ma di un’operazione programmata. Chi viene definito migrante è in realtà semplicemente un clandestino. Tale operazione non ha come obiettivo quello di ridurre la povertà nel mondo ma quello di accrescere la conflittualità sociale ed il disordine nei paesi ospitanti, generando inoltre una sequela di difficoltà economiche, legislative e logistiche nonché una serie di dissonanze etiche e morali.

Sono di solito individui maschi in età riproduttiva quelli che riescono ad affrontare il lungo e pericoloso viaggio verso i lidi europei, la fascia della popolazione meno bisognosa di aiuti ed attenzione. Infine, anche se l’Europa accogliesse milioni di ‘migranti’ il problema della povertà nel Pianeta (che coinvolge miliardi di individui) non ne risentirebbe affatto.

Il discorso di Pat Condell nel video potrebbe quindi apparire enfatico ed aggressivo ma è lo specchio di un diffuso sentimento popolare da non sottovalutare.      

3 commenti:

  1. cose che avevo già speigato qui... e molti anni fa.
    https://pianetax.wordpress.com/2014/08/02/immigrazione-la-casa-bianca-si-affida-ai-privati/

    RispondiElimina
  2. Una realtà sotto gli occhi di tutti ed in modo aggressivo nel nostro Paese.
    Sono tornata a scrivere ed ho un nuovo blog ; Analogical Minad - La torre di Hanoi blog spot. com
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto: bello, profondo ed utile, complimenti davvero. Ciao

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG