03/03/17

BiancaNasa ed i 7 Nanopianeti


Ogni volta che la NASA (National Agency of Space Actors) diffonde una notizia, tutti i media la amplificano senza controllarne veridicità e congruenza. La NASA è ai loro occhi infallibile, adamantina, inarrivabile: non può mentire. La nota agenzia di fiction statunitense diffonde in queste settimane alcuni video di cosiddetti pianeti abitabili scoperti dai potenti mezzi scientifici a sua disposizione. Si tratta con ogni evidenza di prodotti di fiction (cartoni animati) accompagnati dalla consueta musichina suadente e suggerente, quella dei documentari scientifici, vedendo i quali occorre esclamare come bimbi il consueto ‘Oooohhh!’ di grande stupore.

La Nasa è un prodotto tardo del pensiero unico imposto alle masse a partire dalla fine dell’ottocento dalle istituzioni scientiste massoniche e paramassoniche inglesi con l’aggiunta di un corpus militare nazisticheggiante (Von Braun) ed un coautore formidabile come Walt Disney. L’agenzia 'spaziale' si è adoperata nel gestire l’immaginario cosmico di massa con le sue produzioni video esilaranti ed ingannevoli. Cosa si vuole coprire in realtà? Perché tutto questo incessante lavorio di propaganda?

3 commenti:

  1. Com'è che non facciamo nulla sulla Luna ma scoprono dei misteriosi piameti "simili al nostro"? Ci sono giá andati?? Hanno trovato acqua, persone, piante e aria? Non mi pare...quindi altra bufala.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiction, costosissima, ma pur sempre fiction. Ridicoli i pianetini colorati, no?
      Dove vanno a finire i miliardi di dollari che gli stati erogano annualmente alle loro sedicenti agenzie spaziali?

      Elimina
    2. Guarda Ghigo che la risposta è facile. A fare credere che la Terra è rotonda.

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG