26/05/15

The Flat Earth Show: Distanza dell'Orizzonte Visivo


 
La teoria della ‘Terra Piatta’ è affascinante. Lo dico non solo per i suoi risvolti paradossali e quindi indispensabili per la pratica assidua del ‘libero pensiero’, ma per le sue ragioni intrinseche.

Uno degli argomenti principi delle dimostrazioni empiriche della validità della teoria è quello della distanza visuale dell’orizzonte. Una persona, in piedi sul bagnasciuga (e quindi ad un’altezza dal livello del mare pari a 2 metri) per semplici regole geometriche, possiederà una distanza visuale all’orizzonte di soli 5 chilometri, oltre la quale la curvatura del pianeta impedirà la vista. Ciò è assai facile da verificare con semplici calcoli.
 
 
Ora è altrettanto assai facile dimostrare come sia possibile osservare dal livello del mare, oggetti, imbarcazioni, tratti di terra ed edifici costruiti in riva al mare ben al di là di questa ‘miserevole’ distanza teorica, com’è mai? Provando allora a ‘forzare’ i dati ed approssimando tutto in vantaggio della ‘visuale’ si arriva al massimo a 7 chilometri!
 
 
Cosa è successo? Possiamo immaginare un debole effetto di rifrazione della bassa atmosfera in grado di ingenerare un effetto ottico capace di offrire la percezione di ‘aggiungere’ qualche chilometro in più ma non possiamo negare l’evidenza: la visuale dal livello del mare giunge imperiosa fino a centinaia di chilometri! E’ facile osservare ad esempio dall’Isola d’Elba, le isole di Capraia e la Corsica distanti almeno 33 Km e 50 Km e addirittura la Gorgona, distante ben 72 Km. Com’è mai? Dalla penisola è possibile scorgere la Corsica distante 90 km e la vista continua anche oltre!
 
 
Tante altre osservazioni empiriche ci dimostrano quindi che l’orizzonte visivo è di gran lunga superiore a quanto dovrebbe essere, rispettando la stringente dimostrazione geometrica euclidea. Quali ne sono le cause? Forse che la curvatura della Terra non esiste oppure non è quella propinataci dai libri di scuola e dalla menzognera Nasa? Qualche dubbio fondato a questo punto è d’obbligo.
 
 
Non si tratta solo di calcolare la linea dell’orizzonte ma di considerare che la curvatura del pianeta proseguirebbe, ovviamente, impedendo ulteriormente la visuale di oggetti lontani, ancora ben visibili invece grazie all’osservazione empirica. Davvero bizzarro. Occorre rifletterci sopra e continuare la ricerca, nulla deve essere dato per scontato. Invito i lettori a farsene un’idea, applicando il teorema di Pitagora ed eseguendo semplici riscontri visivi e fotografici.
 
A proposito, un ultimo quesito: com'è possibile vedere la Luna Piena ed il Sole a pochi gradi di distanza l'una dall'altro? La Luna dovrebbe essere in ombra quasi totale avendo la sua unica fonte di illuminazione alle spalle!
 
 
 

14 commenti:

  1. ciao Ghigo. Le isole non sono basse, devi considerare la loro sommità.
    per la luna, invece, sono esterrefatto. la foto è attendibile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Delle isole, si vede anche il bagnasciuga! Addirittura da Genova è possibile vedere l'Elba. Se osservate le navi al (cosiddetto) orizzonte le vedrete con la linea di galleggiamento bene in vista ... provare per credere. Con il teorema di Pitagora alla mano, fate pure i vostri riscontri, è abbastanza semplice calcolare la distanza visiva dell'orizzonte e però non torna mai! Qualcosa, non so cosa, non torna. Buona osservazione. Ciao

      Elimina
  2. Ciao Ghigo, concordo con pantos, ai calcoli bisogna aggiungere i dislivelli, ad esempio una barca a remi, se si allontana più di 5 o 6 km da riva, essendo bassa, effettivamente non la si vede più... va bene l'esercizio intellettuale, ma questi 'terrapiattisti' ti dico la verità mi confondono e basta, con tesi che non mi hanno convinto. Certo è giusto non dare nulla per scontato, come il fatto che chi ha progettato le 'carte degli illuminati', magari abbia mescolato verità e fandonie, come fanno anche i gatekeeper.. la carta della 'nasa' invece, quella era la mezza verità.. gli unici filmati convincenti sono quelli della missione apollo 17, del '72, l'ultima.. è l'unica volta in cui è stato filmato il decollo dalla Luna, ed anche l'unica volta che si sono visti gli astronauti camminare un po' impacciati, mentre ridevano, uno è pure caduto, e lo sfondo lunare era diverso da tutti gli altri video, questa volta s'è vista in parte la Via Lattea e sullo sfondo c'era la nostra bella Terra rotonda. Matrix anche Apollo 17? Non lo so, a me è sembrato vero, a differenza di tutte le altre missioni e l'attuale pagliacciata della stazione orbitale (dopo sei mesi in orbita non esiste che atterri e cammini normalmente, se fai un passo mal fatto ti fratturi qualcosa.. questo succede a chi sta davvero in orbita per mesi).
    E poi dal finestrino dell'aereo, nei voli intercontinentali, che arrivano anche a 14.000 m di quota e oltre, sopra l'oceano a me è parso di scorgerla davvero la curvatura della Terra, anche spostando l'angolo di visulale restava concava, non diventava convessa come si vede in uno dei video (le leggi dell'ottica non sono esattamente le stesse per l'occhio umano e una telecamera). E poi se la Terra è piatta quando il Sole tramonta a Ovest, per sbucare a Est, come fa, 'passa sotto al tappeto'? Quando hai pubblicato queste cose la prima volta di dico la verità, pensavo fosse una sorta di provocazione, solo in seguito ho capito lo sforzo di apertura mentale. Certo vale sempre la pena mettere tutto in discussione, soprattutto di 'sti tempi, non fosse altro che per sport :), in fondo questa società è così che ci sta allenando. Poi certo le conclusioni sono soggettive.. Per quella pseudo Luna vicina al Sole non saprei, a meno che non sia un efetto di rifrazione, rilevabile da chi fa la foto spostando l'inquadratura, dal vivo così non l'ho mai vista. Comunque complimenti per tutti gli articoli che leggo sempre con piacere. :) Ciao
    P.S. La domanda che mi pongo io invece è: com'è mai, che se già Euclide, migliaia di anni fa, sapeva che la Terra era più o meno sferica (su questo postulato si basa tutta la geometria euclidea), perchè abbiamo dovuto aspettare il 1500 per capirlo? Perchè hanno voluto inutilmente tenerci millenni nella teoria della Terra piatta quando già si sapeva che così non era? Qualcuno sostiene che Colombo, partito ufficialmente alla volta dell'India, ben sapesse che nel mezzo avrebbe trovato le Americhe.. E in ogni caso, pare che i massoni ben conoscessero la verità da secoli, per non dire da sempre.. Ora non credo che vogliano farci tornare 'terrapiattisti', ma chissà forse disorientare e confondere chi è più propenso a valutare ipotesi non convenzionali (vedi mondo degli attivisti). E' la stessa cosa che sta accadendo, a mio avviso, con ufo e sirene.. Ariciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Emanuele che questa teoria suscita ilarità ma, se osservi bene, è la stessa ilarità che accompagna spesso quando parliamo di danni vaccinali, di scie chimiche, di complotti, di avvelenamento intenzionale ... non è vero? Dovremmo quindi essere abituati a percorrere serenamente qualsiasi teoria per verificarne l'attendibilità. Vi suggerisco caldamente di visitare il sito di Eric Dubay, il migliore per completezza delle ricerche e dell'informazione. Non so davvero dove andrà a parare questa vicenda ... il 'logo' dei massoni (squadra e compasso) centra qualcosa? Chissà? Ciao e grazie per il commento

      Elimina
    2. Secondo me, e secondo ormai migliaia di ricercatori indipendenti, tutte le missioni 'spaziali' sono una montatura gigantesca sempre più accurata e ben realizzata. Non credo che l'uomo possa varcare le soglie delle fasce di Van Allen. Ciao

      Elimina
    3. Ciao Ghigo, sì hai ragione Dubay scrive cose interessanti, come qui

      http://www.atlanteanconspiracy.com/search/label/Chemtrails

      e consiglia un sito interessante

      http://www.dataasylum.com/bioapi-physical-fibers-evidence.html#nanofiber-test

      che poi conclude dicendo di prendere come suggerimento un film sugli zombie.. senza contare i man in black in copertina e alcune frasi volutamente contraddittorie e ridicole incluse quà e là nell'articolo, ad hoc secondo me.. per depistare. Come il video nella pagina di Dubay in cui svia l'attenzione dalle Twin Towers a un fantomatico uccello 'senza ali', salvo poi smentire tutto nell'ultimo fotogramma del video..

      Non lo so, a me sembrano tecniche da troll, da gatekeepers dei più intelligenti, raffinati e subdoli. E scusami la franchezza Ghigo, magari sbaglierò ma l'esercito dei disorientatori sta mettendo radici ovunque, e non è facile non cadere mai nelle loro trappole. Tempo fa, per esempio, io mi appassionai genuinamente al mistero delle sirene salvo poi scoprire che era l'ennesima 'esca per complottisti'... Sbagliando s'impara, con questo, non voglio dire che sia sempre facile far sparire i dubbi.. Indagare su tutto è doveroso, se uno è curioso. La cosa importante è non far spegnere mai questa scintilla :-) Grazie e ciao

      Elimina
    4. Sta accadendo adesso, altro che film di zombie o di Bruce Willis..

      http://synthetic-biology.meetup.com/

      Elimina
    5. Senz'altro Emanuele, occhi sempre aperti e vigili! Prendere in considerazione un'ipotesi od una teoria, non significa 'sposarne' i contenuti. Dobbiamo procedere in 'mare aperto' perché una cosa l'abbiamo appresa ormai: le accademie ufficiali diffondono e difendono il falso. Continuiamo ad osservare ... questo blog si intitola (ormai da quasi dieci anni) Osservatorio Ambientale. Questa è la sua 'mission'. Ciao e grazie per gli utilissimi commenti

      Elimina
  3. ma per carità! Le isole con montagne alte si vedono per forza di cose; quanto alla luna forse è il caso di ricfordeare che anche la terra irraggia la luna, con luce molto più potente di quanto non succede col chiaro di luna che si vede da noi; a parte questo prima vorrei vedere la scena coi miei occhi piuttosto che in una foto che non si sa mai se è stata adulterata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corrado, in controluce solare, la luna dovrebbe essere nera perché a ben poco varrebbe l'illuminazione riflessa terrestre. Devo dire che 'due soli' sono stati osservati in tante parti del mondo, basti verificare su youtube. La teoria della 'Terra Piatta', a mio parere, contiene qualcosa di utile per tutti, non so cosa per ora, ma è nostro dovere continuare a cercare. Comunque gli indizi non si fermano alla sola distanza visuale dell'orizzonte. Ne pubblicherò altri a breve. Ciao e grazie Corrado.

      Elimina
  4. Se la teoria della Terra piatta fosse corretta, quella della Terra cava farebbe una brutta fine... Tempi duri per i teorici terrigeni.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuiamo ad osservare Zret, cos'altro possiamo fare? Ciao

      Elimina
  5. concordo con i terrapiattisti.
    terrasferisti everything you know is wrong.

    RispondiElimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG