29/09/16

Il Presunto nome del Mondo


6 commenti:

  1. Sto leggendo in merito in questo periodo ed ho appena finito di vedere questo video che hai postato.
    Non so che idea farmi.
    L'argomento è interessante, a tratti sconvolgente.
    Purtroppo non ho la preparazione per ribattere o confermare nessuna delle due parti in causa ma quello che vedo con i miei occhi e sento con i miei sensi effettivamente mi porta verso il plattismo terrestre che spiegherebbe anche molte più cose di quante esposte in questo documentario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tema è non solo 'caldo', ma anche attuale e soprattutto aperto. Che chiunque si faccia la propria opinione. Personalmente ho effettuato numerosi esperimenti sulla mancata percezione della curvatura terrestre. Qualcosa non torna davvero. Ciao

      Elimina
  2. ciao Ghigo.
    purtroppo non leggo più codesto tizio, non solo perchè scrive in maniera veramente infantile, scurrile, improvvisata e poco documentata (che già basterebbe), ma soprattutto da quando si è permesso di offendere e tentar di delegittimare pubblicamente i primi ricercatori indipendenti italiani che si occupano da decenni di geoingegneria clandestina, lasciando presagire che costui sia veramente colluso con le molteplici orde di fanatici (per dirla alla battiato) all'uopo pagati dallo stato.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco ciò che intendi Pantos, il tema però mi sembra interessante. Lasciamo fare al tempo, qualcosa verrà fuori. E' pur certo però che qualcosa non quadra e la palla di 'marmo blu' potrebbe riservarci alcune sorprese interessanti.
      Sulle rotte degli aerei, ho constatato che sono invece corrette. Sullo sferoide terrestre, la rotta più corta è infatti quella d'intersezione con un piano passate per il centro della Terra. Forse è l'emisfero australe a riservarci sorprese. Staremo a vedere. Ciao e grazie per il commento

      Elimina
    2. A proposito dell'orizzonte piatto o curvo, mi pare che nessuno abbia mai tenuto conto del fatto che la retina, per la sua conformazione, raddrizza le linee curve e curva le rette. Ne tenevano conto i Greci quando erigevano le colonne dei templi.

      Ciao

      Elimina
    3. E' vero, l'entasi è nata per correggere le peculiari caratteristiche della percezione umana. Nell'affaire 'terrapiatta' però la curvatura dovrebbe impedire la visione di cose oltre un certi limite visivo ottenibile facilmente applicando il teorema di Pitagora. Qualcosa, in questo senso, non quadra: si possono osservare cose che invece dovrebbero essere già scomparse dietro la curvatura del pianeta. Che tutto il problema si riduca solo ad un'anomalia percettiva quindi mi sembra poco verosimile. Continuiamo a cercare, le anomalie ci sono (e grandi pure!) in tutti i settori dati per scontati. Approfittiamone anche per stimolare immaginazione ed intuito. Ciao

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG