23/11/16

Vaccinazioni Obbligatorie e Diritti Perduti


La Costituzione, elenca: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo ed interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato  a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.” 

Occorrerebbe ovviamente definire a monte cosa si intenda per ‘salute’ e per ‘rispetto della persona umana’ ma la riflessione diverrebbe troppo ampia. Occorre però specificare che di un diritto si può godere o meno e che quindi la legge non può imporre alcunché a nessuno. Non la pensa così la regione Emilia Romagna che ha deciso di imporre le vaccinazioni obbligatorie per i bimbi in procinto di iscriversi al nido.

Inutile sottolineare l’abnormità della nuova legge regionale in materia ed il probabile assist agli asili nido privati che (probabilmente e di fatto) non riconosceranno tale indicazione legislativa. Utile invece sottolineare come i media di regime stiano sberciando a più non posso, negli ultimi mesi, sulla necessità di vaccinarsi e sulle orribili conseguenze a cui si incorre in caso contrario.


Questa propaganda massiva è ridicola, controproducente e subdola in quanto i decessi attribuibili a mancate vaccinazioni in un anno in Italia si contano sulle dita delle mani. Ogni individuo oltre i 40/45 anni o non è vaccinato oppure ha subito un paio di vaccinazioni ormai probabilmente prive di efficacia. Sono talmente tante le malattie infettive potenzialmente mortali che si dovrebbero effettuare centinaia di vaccinazioni di massa compulsive per tutti! 

I media di regime dovrebbero però spiegare alla popolazione italiana perché nei vaccini sono presenti pericolosi derivati del mercurio, formaldeide e squalene. Dovrebbero inoltre spiegare perché sono stati trovati anche derivati di metalli pesanti e polveri inorganiche (tra cui piombo, bismuto ed acciaio!), come spiega il Prof. Montanari. Questa frenesia mediatica (non solo a livello nazionale) non produce altro effetto che un inasprimento del lecito sospetto nei confronti delle istituzioni nazionali ed internazionali e delle case farmaceutiche, non dimentichi dei passati ed ignobili ’allarmi pandemia’ e delle vaccinazioni milionarie perdute. 

(notizia tratta da AdnKronos, immagini di Dees, commenti di freeskies): Vaccini obbligatori per i bimbi al nido, in Emilia-Romagna è legge - Pubblicato il: 22/11/2016

Adesso è legge: in Emilia-Romagna diventa obbligatorio vaccinare i bambini per iscriverli al nido. Si tratta della prima misura di questo tipo approvata da una Regione italiana, dopo il via libera dell'Assemblea legislativa alla riforma dei servizi educativi per la prima infanzia. Per accedere ai nidi, pubblici e privati, dunque, bisognerà aver somministrato ai bimbi di 0-3 anni l’antipolio, l’antidifterica, l’antitetanica e l’antiepatite B.

Per il presidente Stefano Bonaccini si tratta di una "misura a tutela della salute pubblica e dei bimbi più deboli. Apriamo la strada a livello nazionale". La percentuale di vaccinati che garantisce la migliore protezione a tutta la popolazione deve essere superiore al 95%, limite indicato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).


Parallelamente, la Regione si impegna a rafforzare azioni, interventi di comunicazione e informazione sull’importanza delle vaccinazioni. Questo requisito d’accesso per i nidi è appunto stato introdotto perché i bimbi che frequentano delle comunità hanno un maggior rischio di contrarre malattie infettive, rischio che aumenta notevolmente in presenza di basse coperture vaccinali, dal momento che virus e batteri circolano maggiormente (ma chi è vaccinato non ha nulla da temere, oppure no? ndr).

I genitori hanno cambiato atteggiamento verso le vaccinazioni pediatriche, soprattutto per via di informazioni non corrette e prive di basi scientifiche che vengono diffuse in particolare online (sentite odore di censura? ndr). Viceversa, noi abbiamo deciso che la salute delle persone va garantita e protetta, non lasciata a improbabili convinzioni o, per usare le recenti parole sui vaccini del presidente Repubblica, Mattarella, a sconsiderate affermazioni prive di fondamento".

Nessun commento:

Posta un commento

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG