20/06/17

Il Sacco di Roma


tratto da romafaschifo - In queste ore, visto che ricorre un (orribile) anno dall'inizio della amministrazione Raggi e si rincorrono classifiche e riflessioni, ci preme più di ogni altra cosa sgombrare il campo dall'equivoco che sta sempre di più girando, che sempre di più si legge e si ascolta: "non hanno fatto niente", stiamo uscendo da "un anno di nulla". Questi hanno fatto eccome! Questi "nuovi" amministratori, totalmente privi di scrupoli e abili nel sotterfugio e nella menzogna oltre ogni dignità, hanno messo in piedi in soli 12 mesi un meccanismo di presa del potere, di gestione delle clientele, di favori alle lobbies ed ai portatori di voti che fa impallidire tutta la vecchia politica.


Nonostante una amministrazione pessima e dannosa, infatti, le critiche alla Raggi sono circoscritte, la piazza tace, i sondaggi non sono buoni, certo, ma son solo sondaggi e si sa che il cittadino medio è criticone per definizione e quando gli si chiede se le cose vanno bene risponde di "no" automaticamente.


La realtà è un'altra: a Roma il Movimento 5 Stelle si è accomodato al potere, si è alleato a doppio filo con tutte le più micidiali cricche che hanno depresso, ucciso e trafitto la città negli ultimi decenni. Tutta questa immondizia amministrativa, sociale, civile e imprenditoriale si è riconosciuta in questi "ragazzi meravigliosi", li ha blanditi e facilmente li ha conquistati. Su uno sfondo di zero idee, zero visione e zero prospettive l'amministrazione sta lavorando solo per le cricche, per le lobbies, per le mafiette che hanno devastato Roma.


Pancia a terra e giorno dopo giorno il M5S costruisce così il suo sistema di potere (immaginatevi cosa potrebbero fare su scala nazionale) che si sovrappone in parte alla zella alemanniana, in parte all'approccio sbardelliano di qualche decennio fa e in parte alle connivenze del PD che Marino, purtroppo fallendo, ha cercato di abbattere. Da tutta la vecchia politica il M5S ha preso sistematicamente il peggio, distillandolo. Questo è il quadro.


In questo quadro abbiamo cercato sinteticamente di mettere in fila (disponibili ad aggiungere capitoli ascoltando i vostri consigli e indicazioni) quello che in soli 12 mesi l'amministrazione è riuscita a mettere in piedi. Una sequela di scelte forsennate che costeranno crisi, declino e povertà per molti anni a venire e che sarà difficile se non impossibile risanare anche qualora a breve dovesse arrivare una amministrazione degna di questo nome.


Tutto si svolge in un clima di ostilità medievale, di opacità totale (trasparenza, questa sconosciuta: vi ricordate le riunioni e le commissioni in streaming?), di bugie e negazione della realtà. Nell'ambito della più clamorosa contravvenzione delle promesse elettorali (vi ricordate l'audit sul debito? Provate a chiedergli perché non lo fanno...). segue ...

Nessun commento:

Posta un commento

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG