22/06/17

Vaccinazioni forzate e Microchip sottopelle


Vediamo un po’… nelle scuole del regno italiano, in ogni aula, è stato inserito un computer oppure una lavagna elettronica, collegata ad internet con il pernicioso sistema wi-fi. E’ stato inserito il registro elettronico per gestire il rapporto scuole/genitori per consentire a questi ultimi di controllare le frequenze e la didattica dei propri figli. Proliferano (addirittura!) le sperimentazioni didattiche con i tablet, ovviamente wireless (non sia mai).


Ora è stato approvato l’abominevole decreto sulle vaccinazioni forzate. Tutto ciò è il prologo per il marchio della bestia? Tutto ciò è propedeutico all’inserimento del microchip sottopelle a bioenergia? Questa inaudita pressione elettro-bio-chimica sui bimbi, vi sembra naturale, normale, auspicabile? 


Riflettiamo: un microchip che contenga le informazioni mediche e personali in modo da monitorare lo stato di salute e gli spostamenti dello scolaro. Sembra incredibile? Purtroppo l’uso del microchip in tessere scolastiche è già realtà in alcuni istituti statunitensi. Il passo per l’inserimento sottopelle è breve. Per questo sono state inventate le false stragi alle scuole? Per questo hanno cominciato ad imporne l’inserimento negli animali di compagnia?


Il decreto sulle vaccinazioni forzate è solo un passo (assieme agli altri) verso l’inserimento obbligatorio del microchip sottopelle a tutti i minori italiani? La rete è già pronta. Il wi-fi ubiquo è stato installato. Il sistema di controllo globale è pronto. I genitori dei pargoli, attoniti ed incoscienti, approvano. Manca solo l’ultimo piccolo passo: un piccolo passo per l’umanità ma un grande successo per il demonio.

Ultima notazione: lo stato non ha più i soldi per cambiare le lampadine dei lampioni stradali o per dipingere le strisce pedonali fuori dalle scuole (come accade realmente a Roma!) ma i soldi per il wi-fi, il registro elettronico ed i vaccini venefici li trova, com'è mai? La sicurezza del minore, innanzitutto!

3 commenti:

  1. Guardate come sono pure contenti:

    https://youtu.be/e0vtyO6n2I4


    chi erano i "complottisti" quando già 15 anni fa avvertivamo gli altri di svegliarsi?!?

    RispondiElimina
  2. Nel lontano anno 2005 venni a conoscenza del microchip e avendo letto la Bibbia lo raffigurai subito al marchio della bestia: Rivelaz. cap. 13,14,15,16,17 e 18. Ricordo che feci tante fotocopie di questo documento sul RFID dandolo ad amici, parenti e colleghi, risultato? Quasi tutti mi diedero per pazza...i risultati oggi sono sotto gli occhi di tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così come stanno ultimando la TAV in Val di Susa, ed hanno costruito il MUOS in Sicilia, allo stesso modo il microchip a bioenergia ce lo impianteranno, senz'altro!
      Rendiamogli solo la strada un pochino più difficile, se ci riusciamo. Ciao

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG