06/10/16

Annichilimento da Assimilazione



Nessuno dice che l'Africa ha bisogno di diversità.
Nessuno dice che l'Asia ha bisogno di diversità.
Sono continenti già diversificati al 100%.
Loro stanno dicendo che solo i bambini bianchi nei loro paesi d’origine hanno bisogno di diversità.
I paesi tradizionalmente bianchi saranno diversificati al 100% quando non ci saranno più i bianchi.
La diversità è una parola in codice per: genocidio dei bianchi.
Ogni paese bianco sulla terra dovrebbe diventare multiculturale e multirazziale.
Per ogni paese bianco è previsto di terminare la propria corsa e sopprimere la propria cultura. Nessuno chiede ciò a qualsiasi paese non-bianco.


L'Olanda è affollata come il Giappone, il Belgio è affollato come Taiwan, ma nessuno dice che il Giappone o Taiwan debbano risolvere i loro problemi importando milioni di immigrati da integrare e con cui celebrare matrimoni misti.
Tutti dicono che la soluzione finale al problema razziale è (solo per ogni paese bianco) di portare il terzo mondo nei paesi bianchi ed aiutarlo ad integrarsi.


Immigrazione, tolleranza, e soprattutto integrazione vengono utilizzate contro la razza bianca.
Tutto questo parlare di immigrazione e matrimoni misti è un tema specifico per ogni paese bianco e solo per i paesi bianchi.
Un Anti-bianco viene definito antirazzista, ma ciò porta alla scomparsa di una razza e di una razza sola: quella bianca
Il vero scopo dell’anti-razzismo è spazzare via la razza bianca o renderla una minoranza ovunque essa esista.
Questo è genocidio.     

34 commenti:

  1. Sempre il capitolo 11 della Genesi. Sono satanisti questi dietro il NWO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Nuovo Ordine Mondiale è l'ennesimo prodotto goffamente camuffato della vecchissima forma impero, di origine sumera. Dietro di loro gli adoratori degli dei sumero/egizi, dall'origine sconosciuta. Intanto siamo qui a dover subire un attacco senza precedenti e multilivello, davvero straripante e difficile da contrastare. Ciao

      Elimina
    2. Hai scritto in 10 righe ciò che io ho scritto in due, sono sempre loro.

      Elimina
  2. Buongiorno. Attacco che non vediamo solo nei nostri ex-prosperi paesi ma anche in quelli cosiddetti in via di sviluppo. Un segno è il generale calo demografico del nostro mondo. Per diversi motivi sia sociali che ambientali. Una umanità complessivamente sotto attacco e l'immigrazione non è che un altro ostacolo ad una eventuale resistenza a questa totalizzante dittatura. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo di fronte ad un'operazione di rimodellazione globale dalle enorme proporzioni e dai risultati imponderabili (almeno per noi). Nonostante le apparenze viviamo da sempre in una dittatura; nulla è cambiato dai tempi di Shumer. Ciao

      Elimina
  3. Mi piacerebbe sapere perché il bianco, che ha dominato in lungo e in largo, ora è diventato scomodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perché è troppo consapevole? Perché ha combattuto per secoli per scampoli di libertà acquisiti che ora debbono sparire del tutto? Vedi anche:
      http://offskies.blogspot.it/2016/10/genocidio-bianco.html
      Ciao

      Elimina
  4. Non solo ma con il pretesto del veganismo stanno cercando di cancellare l'identità culinaria locale:

    http://www.beppegrillo.it/2016/10/come_mangiano_i.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuovelle Cuisine ... per il Mondo Nuovo!

      Elimina
    2. @Albino Galuppini

      Non scrivere corbellerie sul veganismo, che dall'articolo che ho letto anche sul tuo blog in cui non è possibile commentare, non ho potuto che constatare che parli di cose che non conosci... se sei così attaccato alla tua cucina di mangia carogne e cibi putrefascenti nel tuo organismo, sappi che è proprio il cibo che l'elite ci ha insegnato a mangiare in ogni tradizione culinaria, per tenerci ancora più sotto controllo, malati e rincoglioniti oltre che dipendenti dal proprio sistema sanitario farmaceutico. Se tu avessi consapevolezza dei benefici che può ottenere il tuo organismo da un ritorno ad una alimentazione naturale e più vicina possibile a quella originaria dell'uomo (fruttariana), non scriveresti certe corbellerie... ti consiglio di acculturarti meglio sul percorso salutistico che va contro Big Pharma che l'igiene naturale e il veganismo (meglio se crudista e privo di certe porcate di derivazione della tradizione onnivora) sostengono...

      Valdo Vaccaro e il suo blog con migliaia di tesine su igienismo vegani/crudismo e salute possono esserti di aiuto

      Elimina
    3. @Ghigo Battaglia

      la nouvelle cousine che propongono per il mondo nuovo è fatta di altre cose, vedi sostituitivi di proteine animali che non devono affatto essere sosttituite, e cene a base di insetti, perchè appunto ricche di proteine acidificanti per l'organismo

      Elimina
  5. Risposte
    1. https://pianetax.wordpress.com/2016/10/08/sul-veganismo-e-altre-quisquilie/

      Elimina
    2. Non posso commentare oltre perché non mi occupo di nutrizione ma osservo che sul cibo si sono addensate oggi e da sempre le attenzioni dei poteri occulti, per cui invito tutti a fare la massima attenzione in proposito.
      Una teoria molto interessante, a mio parere, è quella sulla 'nutrizione istintiva', che non è sinonimo di 'animalesca' ma al contrario si basa sulla conoscenza sottile di se e dei propri bisogni, a volte indefinibili, lontano da dogmi e considerazioni etiche.

      Elimina
    3. Suggerisco infine le interessanti considerazioni in proposito di Paolo Franceschetti. Qui:
      http://paolofranceschetti.blogspot.it/2011/08/alimentazione-pranica-disinnescare-il.html

      Elimina
    4. @Albino Galuppini

      Ti ringrazio per l'articolo che mi hai dedicato, magari se lasciassi la possibilità di commentare, non verrei ad aproffittare dell'ospitalità di Ghigo...

      Ma anche tu sei in dissonanza cognitiva... io non giustifico affatto che si debba mangiare insetti, ho scritto solo che è l'elite che voglia farci mangiare certa roba... poi ora mi vieni pure a dire che sei fruttariano? be allora siamo in due, ma davvero no capisco cosa c'entri il discorso che hai fatto sulle tradizioni culinarie ricche di tradizione di morte per i mangiati ed i mangiatori... Comunque amen, a quanto pare non ci capiamo...

      Elimina
    5. per la cronaca, sono ormai anche un esperto digiunatore da tempo ... il mio digiuno più lungo è durato 40 gg

      Altra cosa che non ho capito cosa vuoi dire, sperando che scherzassi, è quando scrivi che la cucina raffinata è la migliore e che in america sono obesi laddove ogni settimana esce un cibo sulle verdure... certo infatti si sa che gli americani medi si nutrano prevalentemente di verdure fresche e di frutta... E' molto risaputo!

      MA DAIII!!!

      PS: discorso anche sulla ragazza frutarian monkey... Ho visto qualche video... sappi che cose che dice non sono zozzerie! un corpo che si nutre di sola frutta rimane molto più pulito sia dentro che fuori... se mangi cadaveri animali, continui sempre ad avere putrescenze ed acidificazioni interne, e il sudore sarà sempre un olezzo da coprire con saponi chimici e altri profumi sintetici...

      Elimina
    6. @ghigo

      Sull'alimentazione "pranica" sono sicuro che sia il passo successivo oltre il frugivorismo...

      Avendo fatto un digiuno di 40 gg, c'è stato un momento che non sentivo più il bisogno di alimentarmi e le forze mi stavano tornando in maniera incredibile... avevo anche iniziato a produre dal palato superiore una salivazione dolce che mi dava gusto come un frutto buonissimo... la mia mente mi ha fermato con le solite paure, che fosse ora di interrompere e da li ho cominciato a nutrirmi per la prima volta da vegan crudista... il percorso negli anni è stato incredibile... scoprire come il corpo inizia a funzionare come mai avesse funzionato prima... sarà che son massone che sulla mia esperienza come quella di tanti altri posso dire che togliere tutto ciò che è animale e non cuocere i cibi anche vegetali è una cosa miracolosa per la salute umana?

      Personalmente ho anche conosciuto una persona che non si nutriva di cibo solido e liquido da ben 13 anni, la stessa che Francheschetti cita nel suo articolo...

      Quindi davvero, quando qualcuno come Albino mischia fischi per fiaschi, non comprendo veramente dove voglia andare a parare!

      Elimina
    7. Allora, io scinderei il problema nutrizione in due aspetti. Esiste un aspetto prettamente, diciamo così, biologico. Esiste poi un aspetto simbolico e culturale. Credo che tu ed Albino stiate parlando dei due aspetti separatamente. Concordo con Franceschetti quando afferma che l'alimentazione popolare è un ennesimo giogo sociale, occorre ammettere però che le alimentazioni locali sono parte integrante dell'identità di un popolo.
      Spostando il problema in un altro contesto, le religioni organizzate (a mio parere) sono una forma di controllo sociale, eppure anch'esse sono parte integrante dell'identità di un popolo.
      Quindi gli aspetti del problema nutrizione sono molteplici e multilivello. Da un lato occorre svincolarsi dalla tradizione per ricercare e sperimentare forme di alimentazione (spirituale e materiale) produttive e di ampio respiro, dall'altra occorre fare la massima attenzione nel non cadere in trappole precostituite. Tornando alla religione: il cristianesimo è per noi un insieme religioso con sui siamo abituati a convivere. Lo sappiamo gestire ed è, comunque lo si guardi e giudichi, parte integrante della nostra cultura e tradizione. Traslando questa considerazione al cibo, l'alimentazione tradizionale è qualcosa su cui fondiamo parte della nostra identità, nel bene e nel male. Spero di essermi spiegato in modo sufficientemente chiaro, non per fare da pacere ma per tentare di intepretare la vostra querelle, non da poco. Mi vengono a mente i tantissimi precetti alimentari religiosi e le loro motivazioni: un terreno ancora poco conosciuto della brevissima esistenza del sapiens. Essere che ha di fronte a se, l'arduo e difficilissimo compito di conoscere se stesso, che sta faticosamente compiendo fin dalla cacciata dall'eden. Grazie per i vostri interessantissimi contributi

      Elimina
    8. Credo un giorno farò un post sull'alimentazione pranica chiarendo un po' di punti. Sulla alimentazione, i piatti tipici di ognuno fanno parte dell'alimentazione funzionale a un popolo che vive in un certo territorio con certe caratteristiche climatiche eambientali..

      Elimina
  6. Bene si è parlato un pò fi tutto ma non si parla che nutrirsi di creature tra le piu' buone e mansuete al mondo non si è parte integrante del pianeta punto uno.
    Secondo punto:gli ospedali sono pieni di bimbi che fanno a gara a chi ha la malattia più strana;punto tre:basta andare ai supermercati e ti vedi gente col quoziente intellettivo di un bradipo(creatura dolcissima).i giovani sono pieni di occhiali.ma stiamo scherzando?!qui cè un degrado animico spaventoso e non lo si vuol ammettere per non smettere di mangiare anima-li.va bene allora tenetevi le vostre putride malattie tanto l'anima dei morti da qualche parte deve pur uscire...e non è karma(terribile invenzione dell'elite).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, premessa: io sono diventato quasi vegetariano non per scelta consapevole ma per intuito e per, immagino, un qual affinamento del gusto. Nella mia famiglia prosperano individui vegetariani dalla più tenera età, in gran forma ed intelligenti.
      Ciò premesso, credo che l'alimentazione sia un aspetto complesso della vita, estremamente personale.
      Con ciò voglio dire che ogni individuo deve fare le sue scelte, le sue ricerche, lontano da dogmi, paradigmi e ricette imposte. Esiste, dobbiamo prenderne atto, una stategia di distruzione delle tradizioni locali (il problema sollevato da Albino) ma al contempo insistono sull'alimentazione tali e tanti parametri sociali, industriali, salutistici, simbolici che parlarne diviene un ginepraio difficile da districare.
      Ciò premesso è graditissimo il contributo di tutti ed il racconto delle proprie esperienze, farei un pò di attenzione però nel denigrare le scelte altrui.
      Conosco ex vegetariani risorti dopo aver assunto carne dietro consiglio del medico. Ecco perché credo che si tratti di un aspetto del vivere estremamente delicato e personale. Comunque sia, è sanissimo parlarne, scambiare informazioni e dati! Ciao

      Elimina
  7. Io sono vegetariano, faccio l erborista di professione. Ritengo che un piatto di vongole tuttavia in caso di persone fortemente anemiche (con problematiche legate al ciclo per esempio), quando la spirulina o un integratore di ferro non basta, si puó fare. Io credo ci debba essere il rispetto anche delle coscienze meno "evolute" e se il vegetarianesimo diventerà l alimentazione del futuro lo sarà senza troppe battaglie morali ma semplicemente perchè è il miglior modo per relazionarsi alla realtà e vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabio, perché non ci illumini su curcuma, coriandolo e zenzero? Se ne sentono di tutti i colori!
      Per il resto: se leggi il mio commento precedente, vedrai che concordo con te.
      Ciao

      Elimina
  8. Ciao Ghigo ecco qua : la curcuma se abbinata al pepe (quasi tutti prodotti antinfiamatori fitoterapici ad esclusione della curcumina redox della solgar) ha un azione antifiammatoria importante sia sulle mucose che sulla muscolatura/tendini (viene usata con successo anche per il trattamento del
    Morbo di chron o la rettocolite ulcerosa). Per sortire tali effetti è indispensabile assumerne sul 1,2 gr al di con 50 mg di pepe (la curcuma in cps di arcangea è ottima in questo senso). È anche un ottimo depurativo del fegato

    RispondiElimina
  9. Lo zenzero è un ottimo digestivo, mucolitico, diaforetico. Piu lo si tiene in infusione piu diventa piccante e l azione sulla peristalsi,sullo svuotamento dello stomaco, sui catarri e l infiammazione (vie aeree) è forte (i cinesi direbbero che rinforza il qi di stomaco, di intestino grosso e di polmone)

    RispondiElimina
  10. Il coriandolo è un carminativo (riassorbe i gas intestinale) e stimola, ma non conosco bene con quale meccanismo, la detossificazione dai metalli pesanti. Spesso viene associata all'alga clorella in questo senso. Io l associo ad altre piante depurative del fegato in semi nelle tisana per avere un azione depurativa piu intensa sull'emuntore.

    RispondiElimina
  11. Per i metalli pesanti basta la zeolite con un pò di argilla bianca ventilata associati al coriandolo.è una bomba.
    Il mio esperimento personale: un bicchiere di acqua semplice un cucchiaino di bicarbonato di sodio uno spicchi d'aglio grattuggiati un cucco intero di limone e zenzero grattuggiato.mischiate il tutto e bevetelo prima di dormire.tutti i vermi intestinali chiederanno pietà di essere risparmiati dall'estinzione di massa:sempre se si trovano impavidi nel berlo.p.s.cerchiamo di amarci al di là dello specismo culinario.il pianeta sra morendo proprio con l'onnivorismo.(é una mia propola).ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Stiamo assistendo alla fine di un periodo storico. Annibale è alle porte e forse le ha già valicate. Difendiamoci come meglio possiamo, sperando di non assistere alla violenza cieca, tanto anelata dai modellatori occulti. Ciao

      Elimina
    2. Si sulla zeolite ci vado cauto perchè non tutti gli intestini la reggono bene sopratutto chil l ha già irritato. Prima sfiammi poi parti con la zeolite e magari contemporaneamente sostieni l energia con l alga spirulina (ad esempio in quanto contiene molta clorofilla - vitamine del gruppo B - - aminoacidi - precursori della serotonina) Togliere metalli pesanti tira giù mettici il fatto poi che li respiriamo continuamente.. ciao ragazzi

      Elimina
  12. Il silenzio é la pace del nulla e nel silenzio nullo si è dio.ciao.

    RispondiElimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG