24/10/16

Vaccinazioni, CDC e Mega Conflitto di Interessi


ndt - è sufficiente sostituire 'CDC' con 'Ministero della Sanità' per rendere il contenuto di questo articolo perfettamente trasferibile al caso italiano. Big Pharma invece, è sempre la stessa. Buona lettura:

La Copertura del Gigantesco Conflitto di Interessi del CDC sui Vaccini - Jon Rappoport

Se si desidera comprare un prodotto e la principale fonte di informazioni sul prodotto è la società che lo vende, desumete automaticamente che il prodotto è sicuro ed efficace?

Ma, vedete, questo è il solo l'inizio del problema. Supponiamo che la società venditrice sia stata citata migliaia di volte dalla stampa come l'unica voce autorevole in merito, e che chi non è d’accordo con i risultati della sua ricerca sia stato etichettato come un teorico della cospirazione, un ciarlatano, un pericolo per la comunità e come un folle anti-scientifico.

Vogliamo iniziare a sospettare che la società aveva alcune connessioni mediatiche impressionanti? A sospettare che alcune persone molto potenti sono state il ​​sostegno di quella società?
Questa è esattamente la situazione dei Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie (CDC).
Leggete queste due citazioni:
“Il Programma di Vaccinazione Governativo per i bambini (un'organizzazione del CDC) acquista i vaccini per circa il 50 per cento dei bambini negli Stati Uniti " (The Atlantic, 10 febbraio 2015)

"Il CDC attualmente spende più di $ 4 miliardi di vaccini [ogni anno] dai responsabili farmaceutici..." (Notizia di Health Impact, 24 ottobre 2016)

Tuttavia, il CDC è anche il gold standard per la ricerca sulla sicurezza e l'efficacia dei vaccini! Si scopre un flusso interminabile di studi su questi argomenti. E i risultati di questi studi sono doverosamente riportati sulla stampa ufficiale.

Pensi che in nessun caso il CDC avrebbe pubblicato dati che mostrano che i vaccini sono inefficaci e pericolosi? Gli avrebbero tagliato la gola.
"Beh, spendiamo $ 4 miliardi all'anno acquisto di vaccini dalle aziende farmaceutiche, ma indovinate? Questi vaccini sono spesso pericolosi ... "
Ogni volta che si legge di uno studio del CDC sui vaccini, mantenete questo evidente conflitto di interessi bene in mente.


Quando, nel 2014, William Thompson, da lungo tempo ricercatore del CDC, ha ammesso pubblicamente di aver seppellito (assieme ai suoi colleghi) dati che mostravano che il vaccino MMR aumenta il rischio di autismo, stava gettando un candelotto di dinamite sopra tutta l'operazione CDC. Ha anche affermato, in alcune conversazioni telefoniche registrate, che il CDC stava mentendo sulla sicurezza dei vaccini.

Questo è il motivo per cui i principali media hanno rifiutato di coprire o indagare le affermazioni di Thompson. Questo è il motivo per cui si diffondono una coltre di silenzio sulle sue rivelazioni.
Thompson stava minacciando un'impresa $ 4 miliardi all'anno!

Il CDC è sia un agenzia di PR che un acquirente di Big Pharma.


Parlando di PR, ti piacerebbe vedere un esempio di come il CDC promuove il vaccino antinfluenzale ogni anno mentendo egregiamente sui morti di influenza negli Stati Uniti?

Nel dicembre del 2005, il British Medical Journal (on-line) ha pubblicato un rapporto sconvolgente di Peter Doshi, che ha creato non pochi tremori negli uffici del Centers for Disease Control (CDC), dove "gli esperti" sono utilizzati per dire alla stampa che 36.000 persone negli Stati Uniti muoiono ogni anno per l'influenza.

Ecco una citazione dalla relazione di Doshi, "Le morti per influenza negli USA sono più forma che sostanza?" (BMJ 2005; 331: 1412):
"[Secondo le statistiche del CDC], l'influenza e la polmonite hanno ucciso 62,034 vite nel 2001, 61,777 delle quali erano attribuibili alla polmonite e 257 per l'influenza e in soli 18 casi è stato identificato positivamente il virus dell'influenza!"

Boom!

Vedete, il CDC ha creato una categoria generale che combina entrambi i decessi per influenza e polmonite. Perché fanno questo? Perché maliziosamente suppongono che le morti per polmonite sono le complicazioni derivanti dall’influenza.

Si tratta di un assunto assurdo. La polmonite ha un certo numero di cause diverse. Ma, peggio ancora, in tutti i decessi per influenza e polmonite, solo in 18 di essi è stata rivelata la presenza di un virus influenzale!

Pertanto, il CDC non poteva dire con sicurezza, che più di 18 persone sono morte di influenza nel 2001. Non si è trattato di 36.000 morti, ma solo di 18!

Doshi ha continuato la sua valutazione sulle statistiche del CDC di morte per influenza: "Tra il 1979 e il 2001, [il CDC] ha fornito dati che mostrano una media di 1348 [per influenza] decessi all'anno (range: 257-3006)." Questi dati si riferiscono all’influenza separata dalla polmonite.
Questo bilancio delle vittime è ovviamente di gran lunga inferiore ai 36.000 propagandati.

Tuttavia, quando si aggiunge la condizione ragionevole che i test di laboratorio devono trovare in realtà il virus dell'influenza nei pazienti deceduti, il numero di decessi per influenza precipita ancora di più.
In altre parole, è tutto promozione e campagna pubblicitaria.

"Beh, uh, diciamo che 36.000 persone muoiono di influenza ogni anno negli Stati Uniti. Ma in realtà il numero è più vicino ai 20! Tuttavia, non si può ammettere che … perché se lo facessimo, sveleremmo la nostra gigantesca operazione psicologica (PSYOP). L'intera campagna per spaventare la gente per accettare un vaccino antinfluenzale avrebbe lo stesso effetto di un avvertimento di portare sempre degli ombrelli di ferro, nel caso in cui un tostapane cadesse dalle finestre dei piani superiori ...”

Il CDC deve produrre un flusso costante di bugie oltraggiose sulla necessità dei vaccini. Se non lo facessero, non avrebbero alcun modo di giustificare i miliardi di dollari che spendono ogni anno per l'acquisto dei vaccini dalle aziende farmaceutiche.

Dal momento che i media principali, venduti, non connettono questi punti, io ed altri ricercatori lo facciamo noi.   Jon Rappoport

Nessun commento:

Posta un commento

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG