06/10/16

Moti Reali e Immaginari


Le informazioni fornite agli scolari di tutto il mondo circa i moti del nostro sistema solare non sono corrette. La Terra (sempre che lo faccia, ovviamente) non ruota attorno al proprio asse. Il sistema Terra/Luna infatti ha un proprio centro di massa situato poco al di sotto della crosta terrestre. Tale sistema impone una rotazione notevolmente eccentrica, mostrata dal video seguente:


Non si tratta di un aspetto trascurabile del sistema Terra/Luna ma di una caratteristica assai importante per la comprensione dei moti astronomici. Altro aspetto taciuto dal sistema educativo è il moto del sole attorno al centro della nostra galassia. Il risultato di tale rotazione è ben spiegato dal video seguente:


Il sistema (quasi binario) Terra/Luna ruota quindi in modo eccentrico non sul celebre piano dell’ellittica ma lungo una traiettoria elicoidale, all’inseguimento di una stella (il Sole) che effettua la sua rivoluzione attorno al centro della galassia. Un cambio di prospettiva non da poco, stranamente ignorato dal sistema educativo mondiale. Com’è mai?

6 commenti:

  1. ma... forse per semplificare la risoluzione dell'eq di newton. nessuno quando vuoi calcolare il moto di un oggetto (la famosa mela) che cade sulla terra tiene conto di quel piccolissimo spostamento che la terra fa verso la mela (sempre secondo Newton) ritenuto del tutto trascurabile: il deltaX è molto piccolo. Analogamente la cosa si ripete in tutti i campi della fisica se si vuole arrivare a soluzioni di equazioni maneggiabili in sistemi anche semplici (appunto due pianeti). Spesso queste approssimazioni non sono molto lecite e portano a commettere errori clamorosi (la letteratura scientifica è piena di errori di scala) e spesso ce ne si "dimenticata" che ciò che stiamo maneggiando deriva da una approssimazione che ogni volta, non per pignoleria, andrebbe riverificata.
    Così procede la scienza e la fisica moderna (che piaccia o meno), non vedo la necessità di tirar fuori quali oscure ragioni che non ci sono.
    Semmai trovo lecito e costruttivo a partire da queste ed altre considerazioni rivedere criticamente i paradigmi dominanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se teniamo sempre a mente che tutto l'immaginario fornitoci dalla NASA è palesemente falso o taroccato, il sospetto sorge spontaneo da tutto ciò riguardi l'astronomia. I moti reali terra/luna e terra/luna/sole comunque non mi sembrano cose da poco, ignorabili. Cambiano drasticamente la percezione esistenziale del nostro posto nell'universo, sempre che sia quello descritto. Perché quindi ignorare tali aspetti? I moti astronomici sono il frutto di studi dettagliatissimi ed ignorare che Terra/Luna sia quasi un sistema planetario doppio mi sembra una svista oppure una semplificazione entrambe inaccettabili.
      La Luna ci pone numerose domande iperboliche sulla sua genesi, posizione, composizione, orbita...cominciamo a descriverla così com'è, non credi?

      Elimina
  2. MISTERI LUNARI:
    https://pianetax.wordpress.com/la-luna-di-carta/

    RispondiElimina
  3. Le stelle ed i pianeti nella poesia hanno sempre avuto solo valenza spirituale.
    Le stelle come anima dei pianeti ed i pianeti come forza degli elementi dello schema umano.
    Il movimento di stelle e pianeti “dovrebbe” insegnare all'uomo a costituire in sé la disposizione degli elementi che produce lo stato d'essere d'Amore, l'unica cosa di valore in questa vita.

    Tutto il resto, che provenga dalla nasa o da questi filmati astronomici materialistici,è illusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono intimamente d'accordo. Mi sembra però utile e forse doveroso mostrare le incongruenze della visione scientista imposta, con gli stessi strumenti adoperati per adombrarci.

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG